Schio, capitale dell'arrampicata: una parete di 20 metri

Verrà inaugurata domani mattina a Pieve di Torrebelvicino, nella zona di Schio, una torre artificiale altra una ventina di metri. Va ad aggiungersi alle numerose attrezzature del centro "Zamberlan XXL"

Una parete di roccia, immagine di archivio

Verrà inaugurata domani mattina a Pieve di Torrebelvicino, uno dei comuni della zona di Schio, all'interno del centro sportivo "Zamberlan XXL", una torre artificiale di una ventina di metri, tra le più alte d'Europa, per i numerosi amanti dell'arrampicata sportiva.

La struttura, unica nelle forme, è stata costruita con le più moderne tecnologie: è infatti dotata di pannelli in simil roccia, in vetroresina attrezzata con 1700 prese nei vari lati: il numero è tale da permettere ai "climbers" di destreggiarsi fra decine e decine di itinerari, adatti sia ad arrampicatori principianti che di livello superiore.

La torre ad arco si aggiunge agli spazi di arrampicata già presenti all'esterno e all'interno della struttura: una multisala attrezzata per le discipline lead (corda) e boulder (materasso) e un nuovo boulder all'interno della torre, per un totale di circa 650 metri quadrati di pareti artificiali arrampicabili in quattro aree diverse. L'inaugurazione del rinnovato centro sportivo di arrampicata sarà visibile anche in diretta web satellitare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento