Vicenza dopo il mercato difesa in crisi, per i playoff bisogna rialzare il muro

Dopo la campagna di rafforzamento invernale, in cui si è puntato soprattutto a rinforzare la difesa, i biancorossi hanno invece aumentato la media gol subiti. Da dieci giornate la squadra prende sempre almeno una rete, ed è allarme in vista dei playoff

Nella foto: il portiere Alfonso, titolare nelle ultime due gare

E' un Vicenza più fragile del previsto, quello che il mercato di gennaio ha restituito al campionato. I dirigenti biancorossi hanno operato cercando di rinforzare soprattutto il reparto difensivo ed in questa ottica sono stati voluti gli arrivi di Murolo, Gentili e del terzino sinistro Anaclerio, per la verità rimasto finora nell'ombra, anche per il buon momento del pari ruolo D'Elia.

SONDAGGIO: IN CHE POSIZIONE NEI PLAY OFF?
PLAY OFF: IL REGOLAMENTO
GIACOMELLI: NON ABBIAMO PAURA DI NESSUNO

In realtà la solidità della retroguardia biancorossa paradossalmente non ha ancora beneficiato degli effetti dei nuovi arrivi, anzi. La media dei gol subiti, da prima a dopo la campagna di rafforzamento, è passata da meno di uno a partita a più di uno. In particolare il Vicenza subisce ininterrottamente almeno un gol dalla prima giornata di ritorno in cui andò ad espugnare il campo di Pavia con un gol di Tulli, mantenendo inviolata la porta di Ravaglia. Era il 5 gennaio e da allora i ragazzi di Lopez hanno infilato dieci gare consecutive subendo almeno una rete, e in più ciò che si evince dalle statistiche è la tendenza a subire gol soprattutto nell'ultimo quarto d'ora di gara, quando è anche più difficile recuperare.

L'analisi fa scattare un campanello di allarme in vista dei playoff, perchè se è vero, come è vero, quello che ha detto il tecnico che quando non si riesce a vincere bisogna almeno non perdere, allora la prima cosa da evitare è quella di subire troppi gol. Lo sa bene la Pro Vercelli che, seconda in classifica, ha finora preso solo 15 reti e perso appena una volta e con questa costanza di rendimento si presenterà in griglia playoff come la migliore accreditata al salto di categoria.

Starà al Vicenza cercare di sovvertire il pronostico forte del fatto che i numeri dicono anche un'altrà verità e cioè che i biancorossi in casa sono la squadra che ha guadagnato più punti e perciò con l'effetto Menti dovrà fare i conti chi vorrà battere il Vicenza. Per Jadid e compagni dunque, la cosa più importante nelle prossime quattro partite sarà ritrovare la solidità della fase difensiva e riuscire ad arrivare più in alto possibile, per sfruttare al meglio il vantaggio del fattore campo nelle finali playoff. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento