X Factor 12, Gaston: «Preferisco fare il busker»

Fedez, che ha valutato i candidati nella campagna toscana ai The Garage Studio, ha preferito al busker di Schio Matteo Costanzo, Renza Castelli e Naomi Rivieccio

Dal sito ufficiale di X Factor

Dopo quattro sessioni di Auditions e due di Bootcamp, siamo finalmente arrivati agli Home Visit dove i nostri giudici hanno scelto i 12 talenti che definitivamente si contenderanno il titolo di vincitore della dodicesima edizione di X Factor sul palco dei Live Show.

Gli Home Visit sono un momento molto delicato nel corso della stagione che richiede grandissima concentrazione, per questo motivo i giudici si sono appartati lontani dalla città con le loro squadre, rifugiandosi in prestigiosi studi di registrazione che hanno visto a lavoro grandi talenti della musica italiana e internazionale.

Per la sua categoria, Fedez ha deciso di giocare in casa portandoli nella campagna toscana ai The Garage Studio. Qui gli Over di #XF12 hanno ascoltato le assegnazioni dei brani e ci hanno lavorato per 24 ore, prima dell’esibizione che permetterà o meno l’accesso ai Live Show. Fedez ha deciso di portare con sé degli ospiti d’eccezione, dei consiglieri per l'occasione, Takagi e Ketra, che hanno dato il loro supporto tecnico e emotivo nel giudizio delle performance dei 5 talenti per aiutare il giudice nella scelta della formazione definitiva della propria squadra.

La prima a esibirsi è Jennifer Milan. Per lei Fedez ha scelto un brano pop in linea con il suo stile musicale: “Chained To The Rhythm” di Katy Perry. La sfida di Naomi è invece interpretare “Valerie” di Amy Winehouse. Renza Castelli gioca in casa, non solo geograficamente ma anche musicalmente. Per lei Fedez ha scelto “Vita” di Lucio Dalla, mettendola a suo agio con un pezzo appartenente alla canzone d’autore italiana che ha dimostrato essere il suo habitat naturale. Per Matteo Costanzo invece ha scelto “Creep” dei Radiohead, per sentirlo al di fuori del repertorio italiano e testare la sua efficacia con un pezzo in un’altra lingua. Gaston ha dovuto interpretare i Red Hot Chili Peppers con “Under the Bridge”, per mostrare una parte più commerciale rispetto ai brani di “nicchia” che aveva interpretato nelle fase precedenti.

La scelta di Gaston

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici in casa? Ecco come allontanarle subito

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

  • Inciampa e parte un colpo di fucile: muore cacciatore

Torna su
VicenzaToday è in caricamento