La valle dei mulini

Una passeggiata che fa perdere la cognizione del tempo e dello spazio, per immergersi totalmente nello spirito dei Colli Berici

Foto di Valentina G su Tripadvisor

Partendo dalla chiesa di Mossano, si scende alla Valle dei Mulini, dove fino al secondo dopoguerra erano attivi ben dodici mulini ad acqua. Oggi se ne possono ammirare due: il primo, recentemente recuperato, presenta due grandi ruote spettacolari di legno; il secondo mostra una imponente ruota, anch'essa di legno. Caratteristica di questi mulini è la capacità di lavorare anche con la pochissima acqua portata dalle canalette, grazie alla grandezza delle ruote e all'alimentazione "per di sopra", ovvero dall'alto.

Attraversata la strada nei pressi della Fontana di Mossano, una sorgente permanente che alimenta il torrente della Valle dei Mulini, si sale fino al limite dell'altopiano berico per un ripido sentiero immerso nel verde, che conduce nei pressi di San Giovanni in Monte. Attraverso prati e boschi, messi in risalto dagli splendidi colori della primavera, si arriva al “Covolo delle Tette”, chiamato così per le concrezioni simili a mammelle che pendono dal soffitto.

Dopo una breve discesa, si arriva all'agriturismo “Da Sagraro", in Contrà Rigo, da cui si ha un'ampia veduta sulla pianura e verso i Colli Euganei e dove ci si può fermare per fare merenda nel prato.

Da Colliberici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

  • La classifica delle migliori scuole d'Italia: scopri le vicentine

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Minore va in crisi al reparto psichiatrico: i sanitari non riescono a calmarlo e chiamano i carabinieri 

  • Anziana travolta e uccisa, il "pirata" si è costituito

  • Volo di 5 metri dal capannone: gravissimo operaio

Torna su
VicenzaToday è in caricamento