Marco Rabito: appello per Friday for Future

Il 15 marzo è stata indetta una mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Per il 15 marzo il movimento studentesco globale FRIDAYS FOR FUTURE organizza una mobilitazione per sollecitare a gran voce interventi e provvedimenti rapidi e concreti di contrasto al cambiamento climatico.

L’opportunità che si profila, anche per gli studenti degli istituti vicentini è davvero importante poiché lo è il segnale che possono dare al mondo politico, spesso immobile e contraddittorio su una tematica così attuale e così capace di condizionare il futuro delle nuove generazioni.

Per sfruttare al meglio questa occasione è fondamentale che i nostri ragazzi sappiano arrivare preparati sull’argomento, grazie anche all’importante contributo degli insegnanti, affinché questa giornata possa rappresentare un punto di svolta in cui il mondo giovanile sceglie di far sentire la propria voce in maniera seria e risoluta. In cui i nostri ragazzi comunicano quanto abbiano a cuore il clima del loro territorio e del Pianeta.

Negli ultimi mesi ho incontrato migliaia di studenti e ho avuto la fortuna di poter trasmettere ai ragazzi di molti istituti scolastici della nostra provincia dei concetti fondamentali sul Cambiamento Climatico, analizzando in maniera scientifica le cause, gli effetti su scala globale e locale e quali possono essere i comportamenti virtuosi di educazione ambientale e rispetto dell’atmosfera che ogni persona, partendo proprio dai ragazzi stessi, può mettere in essere per ridurre giornalmente le proprie emissioni di gas serra.

L’occasione del 15 marzo ritengo sia di enorme importanza per dare un seguito al percorso di conoscenza e di consapevolezza che si è avviato da tempo negli istituti scolastici del nostro territorio, anche grazie alla sensibilità che hanno sempre dimostrato i nostri bravi insegnanti, capaci di dare seguito giornalmente e trasversalmente in molte materie curriculari, ai concetti che ho potuto portare loro negli incontri effettuati.

Per fare questo nel modo migliore è necessaria tutta la disponibilità da parte dei ragazzi di saper interpretare nel modo migliore possibile questa giornata di mobilitazione, sapendola utilizzare in modo intelligente e costruttivo.

Friday For Future del 15 marzo dovrà rappresentare dunque una di quelle occasioni in cui mettere in atto forme di protesta fatte di confronto con il corpo insegnanti per ampliare le proprie conoscenze, di eventuale proiezione di filmati o documentari, di impegni individuali magari messi nero su bianco e appesi lungo i corridoi degli istituti, di flashmob colorati.

Il passo più importante e il messaggio che avrebbe, a parer mio, maggiore impatto, sarebbe proprio questo:” Conosciamo il problema, conosciamo le cause, sappiamo anche quali sarebbero le conseguenze e su chi peserebbero, noi ci impegniamo individualmente, ma vi sollecitiamo così: BASTA IMMOBILISMO, BASTA GIOCARE COL NOSTRO FUTURO!”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    A Park Verdi "pere" a colazione

  • social

    «Mi vuoi sposare?» e il palazzetto esplode in un boato di cuori e commozione

  • social

    La strana mattinata di Roberto Baggio in tribunale

  • Cronaca

    «Non abbiate timore di aprirvi: insieme ce la possiamo fare»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento