Treni regionali, Laura Puppato: “Delrio ha iniziato cura del ferro, ma in Veneto fondi quasi azzerati"

Dopo la strage in Puglia, si riaccende il dibattito sul trasporto ferroviario locale. La senatrice del PD Laura Puppato: "La Regione Veneto ha stanziato solo lo 0,11% del proprio bilancio in linee ferroviarie, pur avendone alcune al limite della praticabilità, come la Padova-Calalzo"

“Il Governo italiano è tornato a investire sul trasporto regionale dopo oltre un decennio di assoluta dimenticanza di questo settore e la cura del ferro del ministro Delrio è una politica fondamentale per iniziare a sanare gli enormi ritardi che abbiamo accumulato nel tempo, sia in sicurezza che in qualità del servizio, ma ci vorrà del tempo per farlo, non possiamo pretendere di avere linee efficienti e nuove da un giorno all’altro. Oggi siamo ancora tutti molto scossi, non possiamo che provare dolore per quanto avvenuto in Puglia, ma il trasporto ferroviario nel nostro paese rimane un sistema sicuro di muoversi che necessita però di ammodernamento programmatico al fine di eliminare tutti i fattori di rischio”. Lo dice Laura Puppato, commentando l’incidente in Puglia.

“Rimane purtroppo una cultura che al trasporto su ferro preferisce quello su gomma, com’è anche in Regione Veneto, che ha stanziato solo lo 0,11% del proprio bilancio in linee ferroviarie, pur avendone alcune al limite della praticabilità, tra cui la tristemente famosa Padova-Calalzo e nonostante la presenza di snodi ferroviari di scambio tra regionali e AV fondamentali per migliaia di persone - ha detto ancora la senatrice PD, già in passato impegnata nelle lotte al fianco dei pendolari - per fare un confronto basti pensare che l’Emilia Romagna, regione a statuto ordinario come il Veneto, meno popolosa e meno attrattiva dal punto di vista turistico, ha investito 40 milioni di euro, il Veneto poco meno di 5 nei servizi, un paragone imbarazzante”.

Sicurezza e qualità del servizio devono essere capisaldi della politica dei trasporti pubblici, per garantire un vero servizio ai milioni di pendolari che ogni giorno prendono il treno, tutti i dati dimostrano che i paesi montuosi, come l’Italia, necessitano del trasporto ferroviario come prima risorsa, serve quindi che le regioni accettino la sfida dello Stato centrale in questo settore e cooperino all’ammodernamento della nostra linea” ha concluso.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Vicenza usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento