Il nuovo ministro Palma: a Vicenza negli anni 70, è un "falco" forzista

Il neo nominato Guardasigilli ha una carriera dove magistratura e politica si sono intrecciate sin dal '94, quando era vice capo di gabinetto del ministro Biondi. Entra in Forza Italia nel 2001. A Vicenza fino al '79

Nitto Francesco Palma ha iniciato la carriera a Vicenza

Il nuovo ministro della Giustizia ha iniziato la sua carriera come giudice istruttore proprio a Vicenza, dove rimase fino al '79, per poi essere trasferito a Roma ed assumere la carica di sostituto procuratore della Repubblica, fino al '93.

Il primo rapporto ufficiale con il partito di Berlusconi è già nel '94, quando viene nominato vicecapo di gabinetto del Guardiasigilli Alfredo Bondi. Diviene successivamente sostituto procuratore nella Direzione Nazionale Antimafia mentre aderisce a Forza Italia e viene candidato nel 2001 nel collegio uninominale di Oderzo nella circoscrizione Veneto II. Nel 2002 è suo un emendamento che prevedeva il blocco totale di indagini e processi sui parlamentari per tutta la durata del loro mandato. In pratica, un lodo Alfano esteso a un migliaio di politici italiani. Dovrà ritirarlo, anche per le pressioni interne alla stessa maggioranza di centrodestra, di Udc e An in particolare. Rieletto nel 2006 in Lombardia  e nel 2008, in Calabria,  diviene sottosegretario all'Interno.

Amico di Cesare Previti, Nitto Francesco Palma ha lavorato a lungo alla Procura della Repubblica di Roma, alle prese con casi scottanti: l’arresto del mafioso italoamericano Frank Coppola “tre dita”, i Nar, le Brigate Rosse, il processo Moro Ter, l’inchiesta sui fondi sovietici al Pci. Pezzi di storia, come la tragedia di Vermicino, quando, nel 1981, Palma fece arrestare il proprietario del terreno dove si trovava il pozzo artesiano che aveva inghiottito il piccolo Alfredo Rampi.

Da magistrato si è occupato anche di mafia, alla Dna, e dopo la strage di Capaci si è scagliato, in un’intervista al Corriere della Sera, contro quelli, sinistra compresa, che “non volevano Giovanni Falcone superprocuratore, perché era amico di Claudio Martelli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • L'influenza è arrivata, tantissimi casi nel vicentino. Come prevenirla

  • Grande fratello vip, le confessioni di Paola Di Benedetto sul fidanzato Federico Rossi

  • Chiama il 118 ma all'arrivo dei sanitari è già morto: aveva 58 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento