Lupo, "Necessaria una legge statale": Fdi deposita il progetto in Consiglio regionale

"Il nostro obiettivo è trovare una soluzione che risulti adeguata e che ponga rimedio a questa oramai intollerabile situazione", dichiara il presidente della Terza Commissione permanente a palazzo Ferro-Fini Sergio Berlato

"Dopo il deposito del Progetto di legge regionale, sulla falsariga di quella del Trentino Alto Adige già dichiarata perfettamente legittima dalla Corte costituzionale, abbiamo depositato anche un Progetto di Legge Statale di iniziativa regionale recante “Misure di prevenzione dei danni provocati dai grandi carnivori e di contenimento delle popolazioni in esubero rispetto alla sopportabilità del territorio e alla loro compatibilità con le attività antropiche”, annuncia il Capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale del Veneto Sergio Berlato.

"Il nostro obiettivo è trovare una soluzione che risulti adeguata e che ponga rimedio a questa oramai intollerabile situazione, così da salvare il sistema socio economico, unico nel suo genere, delle nostre montagne e dei nostri territori, seriamente compromesso dalla crescente e incontrollata presenza dei grandi carnivori tra i quali il lupo sta creando l’abbandono del territorio da parte dei nostri malghesi e dei nostri allevatori – prosegue Sergio Berlato presidente della Terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto – Riteniamo necessario dare risposte puntuali e concrete e porre fine all’inerzia del Governo nazionale, al quale abbiamo più volte richiesto di dotarsi di un Piano nazionale di gestione del lupo, che permetta il monitoraggio, il censimento e, laddove necessario, l’abbattimento dei lupi in esubero, al fine di definire un equilibrio che possa garantire la durevole conservazione delle specie, di rendere compatibile la presenza della specie stessa con le attività antropiche e con la condivisa necessità di tutela dell’ecosistem".

"Riteniamo indispensabile agire subito – conclude l’on. Sergio Berlato – abbiamo vissuto un’altra stagione con l’attività di alpeggio ancora martoriata da continue e crescenti predazioni da parte dei lupi che stanno portando all’esasperazione i nostri allevatori.Non accettiamo più che i nostri allevatori ed i nostri malghesi si sentano ancora abbandonati dalle istituzioni troppo condizionate da una crescente demagogia animalista, pronte a fare crociate per garantire i diritti deilupi ma poco sensibili a garantire i diritti degli allevatori e di coloro che, con la loro attività quotidiana, hanno sempre garantito la manutenzione e la salvaguardia del territorio e dell’ecosistema".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento