Gomme tagliate al furgone Rai, Zaia: «Gesto malavitoso che chiede giustizia»

Le dichiarazioni del governatore del Veneto sull'atto intimidatorio avvenuto a Rosà, quando i giornalisti indagavano sull'inquinamento nelle cave

Il giornalista di Rai Veneto Matteo Mohorovicich (foto Marco Milioni)

“Un atto intimidatorio vile e ignobile da condannare senza se e senza ma”.

Il presidente della Regione Veneto porta la propria solidarietà al giornalista del Tgr veneta Matteo Mohorovicich e all’operatore, bersaglio di un atto vandalico mentre stavano documentando l'inquinamento da idrocarburi e cromo esavalente in un ruscello a Rosà.

“Le mani che questa mattina hanno tagliato le ruote dell'auto della troupe della Rai del Veneto rispondono ad un codice di intimidazione malavitosa che infanga i principi basilari della nostra convivenza. A nome di tutti i veneti esprimo vicinanza ai giornalisti e agli operatori della Rai e pieno riconoscimento per il loro lavoro, volto a garantire a istituzioni e cittadini il diritto-dovere di informare e di essere informati”.

“Mi auguro che sia fatta luce al più presto sulla matrice e sui responsabili di questo atto inqualificabile – conclude il governatore del Veneto – e che la giustizia faccia celermente il proprio corso”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento