Il "Giro di Padania" a Villa Cordellina, Quero: "Ripugnante"

Dopo l'articolo di VicenzaToday, interviene il consigliere Pd Matteo Quero. "Mi auguro che abbiano pagato regolare affitto per l'uso di una sede della Provincia. Chiederò verifiche a Schneck"

Il sottosegretario leghista Michelino Davico con Umberto Bossi durante la corsa Monviso-Venezia

Il "Giro di Padania" smuove la acque della politica vicentina. Dopo l'articolo pubblicato venerdì 24 luglio da VicenzaToday - dove si spiegava che la corsa ciclistica, inserita da quest'anno nel circuito professionistico "UCI Europe Tour" dal 6 al 10 settembre, si concluderà a villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore - interviene sul tema Matteo Quero, il consigliere provinciale del Partito Democratico.

Quero condanna l'iniziativa legata al Carroccio con un post pubblicato sul suo blog: "Cosa penso di un tour ciclistico della “Padania” con traguardo finale in una sede della Provincia di Vicenza? Mi auguro che gli organizzatori abbiano pagato un regolare affitto per l’uso di una sede di rappresentanza - scrive Quero - Di sicuro chiederò verifiche su questo punto al Presidente Schneck. Più in generale, comunque, trovo ripugnante la mania della Lega di appiccicare etichette di partito su ogni cosa. Dai simboli padani nella scuola di Adro a questo tour ciclistico. Lo sport è una dimensione che appartiene a tutti. Non dovrebbe essere strumentalizzato a scopi politici".
La polemica monta e sa già di campagna elettorale, visto che proprio l'anno prossimo, nella primavera del 2012, sono previste le elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale.

La barocca villa Cordellina Lombardi, infatti, è di proprietà della Provincia berica di cui è prestigiosa sede di rappresentanza. Il fatto che la Provincia vicentina sia a guida leghista potrebbe far sorgere qualche dubbio sul genuino spirito sportivo della corsa a due ruote. Lo stesso Comune di Montecchio Maggiore, per inciso, è guidato dal sindaco della Lega Milena Cecchetto. Altri dubbi sono sorti quando un gruppo di appassionati ciclisti ha scritto una lettera di protesta all'organizzazione, lamentando il fatto che la corsa "padana" rappresenti uno schiaffo all'unità nazionale nell'anno del 150esimo anniversario. La corsa è promossa dall'associazione Asd Monviso-Venezia e dal sottosegretario agli Interni leghista Michelino Davico. Il primo classificato inosserà la maglia verde.

Intanto, nel giro di pochi giorni, la notizia sta facendo il giro di internet. Il gruppo Facebook intitolato "No al giro della Padania" in poche ore ha fatto registrare più di 100 iscritti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Tragedia lungo la A1, camionista muore schiacciato dal suo bisonte

Torna su
VicenzaToday è in caricamento