Flash-mob alle Fornaci "Sopra la panca la città campa, senza la panca la città crepa"

Un evento proposto da Coalizione Civica per Vicenza, raccolto da tutte le liste esterne alla maggioranza e da molti gruppi e associazioni, in risposta all'azione dell'amministrazione

Oggetto: Flash-mob alle Fornaci "Sopra la panca la città campa, senza la panca la città crepa"

Un centinaio di persone ieri ha deciso di rispondere alle ultime azioni intraprese dal Sindaco Rucco e dal suo assessore Cicero,  in maniera innovativa e simbolica con un flash-mob a parco Fornaci dove ognuno ha portato la sua sedia in sostituzione delle famigerate sei panchine rimosse.

"Pochi giorni fa, infatti, i due hanno deciso di togliere sei panchine da Parco Fornaci, per - a detta loro - combattere il degrado. Consci dell'assurdità di questa scelta, si sono affrettati a dire che queste panchine sarebbero solamente state spostate. Farsele, e dirsele, come si suol dire: il famigerato degrado non viene quindi debellato, ma solo spostato, con un'opera che più un'azione repressiva per la microcriminalità pare essere una vera e propria privazione per i cittadini" riferisce un  comunicato.

"Vivere i parchi, ampliarne gli orari di apertura, aggiungere, e non togliere panchine, queste le soluzioni per rendere ancora più gradevoli e vivibili i parchi cittadini. Ciò vale per il parco Fornaci di via Farini, uno dei più apprezzati e frequentati dalla popolazione di Vicenza Ovest, e anche per tutti gli altri parchi della città." 

"Questo è quanto emerso ieri - affermano gli organizzatori del flash mob - in un evento partecipatissimo. Un'affluenza peraltro che ci ha spiazzato, essendo il 16 agosto. Quasi 100 persone hanno portato la propria sedia da casa, e pacificamente hanno formato un cerchio dove chiunque ha potuto dir la sua non tanto sulle panchine in sé, ma sull'idea di città che vogliamo costruire in contrapposizione a questa amministrazione che ogni giorno dà prova di non avere invece alcuna visione."

La voce era unanime: "Questi amministratori sono in scacco di una manciata di persone che vogliono governare la città, forti del loro tempo libero. Se la richiesta veniva dai residenti: abbiano il coraggio di dire allora di quante persone parlano, e non usino i residenti come scusa della loro incapacità di affrontare i problemi."


"La vita nei parchi - sono state le conclusioni - si ottiene con nuove possibilità di relazione tra cittadini di tutte le età e provenienze. Con più panchine, più eventi, più persone. Non saranno sei panchine a cambiare le cose, ma il segno che quest'amministrazione ha dato è chiaro: togliere spazi e possibilità ai cittadini in favore di una lotta a un tanto decantato degrado, che Rucco alla fine dimostra di non conoscere nemmeno lontanamente."

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici in casa? Ecco come allontanarle subito

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

  • Inciampa e parte un colpo di fucile: muore cacciatore

Torna su
VicenzaToday è in caricamento