Elezioni a Vicenza, Variati: “Superato l’esame dei cittadini con il lavoro fatto in questi 5 anni”

Il sindaco sul futuro: “Tra pochi giorni annuncerò la giunta: sarà innovativa e competente”. La lettura dei voti. Bulgarini: “Il 1° turno si è trasformato in un ballottaggio”

"Di fronte ad una ricandidatura, i cittadini fanno prima di tutto un esame del lavoro svolto nel mandato. Così hanno fatto i vicentini e hanno premiato 5 anni di concretezza ma anche di audacia. 5 anni in cui sono stati risolti nodi difficili. Questa investitura diretta, al primo turno, è un atto di fiducia che è per me una grande responsabilità. Me ne farò carico con la forza e il coraggio di realizzare le proposte che abbiamo lanciato in campagna elettorale. E come sono stato in questi anni, continuerò ad essere un sindaco libero, alla guida di una squadra che sceglierò guardando prima di tutto alla competenza. Lavoreremo per il bene della città in un’ottica di unità e di rispetto per l’opposizione per far crescere la democrazia della nostra città”.

Sono queste le parole con cui il sindaco di Vicenza Achille Variati è tornato questa mattina a commentare la vittoria ottenuta ieri al primo turno nelle elezioni amministrative di Vicenza. Prima delle parole del sindaco, il coordinatore della campagna Vicenza 2013 Jacopo Bulgarini d’Elci ha presentato un’analisi del voto: “Questo voto è il riconoscimento della leadership e del lavoro di chi in questi 5 anni è diventato un sindaco capace di unire e di aggregare elettorati diversi. Nel raffronto con le amministrative del 2008, pur nel calo dei voti validi (circa 16 mila in meno), la coalizione di Variati ha segnato un incremento di 6600 voti assoluti (circa +30%). Se si fa il paragone con le politiche di febbraio ci sono 12 mila voti in meno complessivi, eppure la base di Variati ha aumentato la sua dote di circa 10.600 voti (60% in più). Con una percentuale di fatto raddoppiata: Pd e Udc (più Centro Democratico) avevano raggiunto a febbraio il 27% rispetto al quasi 54% totalizzato ieri dal sindaco uscente. Un secondo elemento: ieri Variati ha vinto con 27 mila voti. Le tre liste ne raccolgono circa 22 mila. Questo significa che di fatto Variati, da solo, ha portato alla base politica altri 5342 voti (assegnati al sindaco e non collegati ad una delle tre liste). Altro dato significativo è che tutte e 3 le liste hanno vinto, migliorando il proprio risultato senza però erodere voti alle altre. Il Partito Democratico ha ottenuto un ottimo risultato grazie anche all’identificazione con Variati, fin dall’inserimento del nome del sindaco nel simbolo. La lista civica, come da impostazione della strategia elettorale, ha saputo raccogliere - senza togliere voti al Pd - quella disponibilità dei cittadini a votare il progetto civico di Variati, al di là dei partiti. Una disponibilità che nei sondaggi emergeva nel bacino degli indecisi o del non voto: l’80% di questi affermava infatti un enorme consenso verso l’operato del sindaco. Questo ha trasformato per tanti questo primo turno in un voto di ballottaggio, tra due candidati”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Trovata morta in casa, Fabiola stroncata da un'intossicazione acuta

  • Strage di Kitzbühel, tra le vittime il portiere Florian Janny: mondo dell'hockey sotto shock

  • "Ciao Antonio", il liceo Fogazzaro piange l'amato prof. Busolo Cerin

  • Malore andando a funghi: muore a 57 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento