Non c'è due senza tre: è ancora Zaia il governatore più amato

Per il terzo anno consecutivo il presidente del Veneto batte tutti nella classifica di gradimento de Il Sole 24 Ore: "Possiamo dire che, in Veneto, il contratto sociale prende corpo" e ringrazia la sua squadra

Luca Zaia al Vinitaly (foto Trevisotoday)

“Rispetto i sondaggisti, che fanno un lavoro difficile, ma un sondaggio resta un sondaggio, e un amministratore perderebbe la propulsione di governo se badasse solo a quelli. Se mi fossi preoccupato dei sondaggi certe scelte non le avrei mai fatte. Il riconoscimento che arriva oggi è alla squadra, Giunta, Consiglio, tecnici regionali. Immagino che il gradimento della gente derivi da questo, dalla percezione del lavoro di noi tutti per loro e i loro problemi. Possiamo dire che, in Veneto, il contratto sociale prende corpo”.

E’ questo il commento del Presidente della Regione del Veneto al sondaggio, pubblicato oggi dal Sole 24 Ore, che lo indica come il Governatore più amato dagli italiani.

“Lo dico sempre – prosegue il Presidente – che da soli magari si va più forte, ma in squadra si fa più strada, quindi grazie a tutti i componenti di questa squadra, e ai cittadini che hanno capito come ci muoviamo ed esprimono in questo modo il loro apprezzamento. A volte bisogna saper rischiare e buttare il cuore oltre l’ostacolo, perché la gente vuole che gli amministratori che ha eletto facciano le cose che dicono, magari anche incappando in qualche errore, perché nessuno è perfetto”.

“Il favore degli elettori fa piacere – aggiunge il Governatore – ma deve prima di tutto essere lo stimolo a fare di più, a lavorare pancia a terra. Abbiamo in corso la madre di tutte le battaglie, che è l’autonomia – prosegue – sulla quale i veneti si sono espressi compatti e con una straordinaria trasversalità rispetto ai partiti, da popolo maturo, condividendo una sfida che io ho proposto: quella di essere tutti per l’autonomia della nostra regione, aldilà degli schieramenti politici”.

La classifica

Zaia realizza il 62%, con un incremento dell'11,9% rispetto al giorno delle elezioni e raggiunge livelli inaccessibili per gli altri presidenti di regione. Al secondo e terzo posto altri due governatori della Lega: il presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga medaglia d'argento con il 51,1%, e medaglia di bronzo al lombardo Attilio Fontana (49,2%). Per Zaia è la terza volta consecutiva che è incoronato dal Governance Poll come il Presidente con il maggiore consenso.

Fuori dal podio ancora altri due esponenti del centrodestra neo eletti nel corso dell'ultimo mese. Si tratta di Marsilio (48%) presidente della regione Abruzzo e Solinas, (47,8%) della Sardegna. Il primo presidente di centrosinistra è Stefano Bonaccini, della Emilia-Romagna, con il 44,2%, anche se cala del 4,8% rispetto alla sua elezione; segue Enrico Rossi della Toscana che si stabilizza al 42,6% (-5,4%).

Il presidente della Liguria Toti si piazza ottavo, subito dopo con il 39,2% (+4,8%), seguito immediatamente dal governatore del Lazio Zingaretti che conquista il 38,8% ma con un incremento del 5,9%. Sono solo tre i Presidenti che aumentano consenso: Zaia, Toti e Zingaretti.

Potrebbe interessarti

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Drunken Duck, post shock: "Accuse pesanti"

  • Drunken Duck: ecco l'accusa

  • I colori più alla moda dell'estate del 2019

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto: centauro gravissimo

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Rapina finita nel sangue: l'accusa è di omicidio volontario

  • Batte la testa contro il palo della porta: gravissimo, in Rianimazione

  • Incidente tra Tir in A4, un ferito incastrato nel camion: chilometri di coda

  • «Zonin sapeva tutto: io, rovinato negli affari e negli affetti»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento