In arrivo il caldo estremo: anziani e bimbi a rischio

Secondo le preveisioni di Serenissima Meteo, sul vicentino si potrebbero anche avvicinare e localmente superare i 38 gradi

Giungono conferme circa l'evoluzione meteorologica già illustrata dal meteorologo Marco Rabito di Serenissima Meteo,  con molto anticipo, nel corso della settimana appena trascorsa.

Un robusto promontorio di alta pressione di matrice subtropicale si estenderá dal continente africano fin sull'Europa occidentale interessando, seppure non in maniera diretta, anche il nostro territorio. Le anomalie maggiori, probabilmente saranno infranti anche dei record storici per il mese di giugno, si registreranno nel sud della Francia con valori termici massimi che supereranno anche i 40 gradi.

Sul nostro territorio ci sarà da soffrire soprattutto a cavallo tra giovedì e venerdì anche se l'ondata di calore non sembra presentarsi di breve durata e, pur con un possibile lieve calo dei valori massimi, proseguirà anche nei giorni a seguire, soprattutto con un probabile aumento dell'afa (che potrebbe rendere vano il calo termico a livello di percezione individuale).

Le previsioni

Tempo stabile e temperature in aumento già da LUNEDÌ, ma la massa d'aria di estrazione subtropicale farà sentire ancor più i suoi effetti da MARTEDÌ con ulteriore sensibile aumento delle temperature che torneranno ad avvicinarsi ai 34/35 gradi.
Stabilità atmosferica ad oltranza e aumento delle temperature anche nel corso di MERCOLEDÌ E GIOVEDÌ, quando anche le minime notturne raggiungeranno valori tipici delle forti ondate di calore.
L'apice di questa ondata sembra doversi collocare tra GIOVEDÌ E VENERDÌ quando sul vicentino si potrebbero anche avvicinare e localmente superare i 38 gradi.
Con l'aumento delle temperature tenderà ad aumentare, seppure non sensibilmente in una prima fase, anche la sensazione di afa, rendendo percepibile il disagio fisico, soprattutto a carico delle categorie più fragili (bambini, anziani, malati cronici, soggetti debilitati) e si raccomandano pertanto tutti i più elementari suggerimenti di autoprotezione.

Peggio solo nel 2003

Per il mese di giugno il 2019 potrebbe infrangere dei record assoluti di temperatura, ma sarà possibile comprenderlo solo una volta passato l'evento e disponendo dei dati reali registrati dalle stazioni meteorologiche. Dal punto di vista del bilancio complessivo del mese, invece, persiste il primato del giugno 2003, che registrò un valore medio mensile assai difficilmente superabile.

Ogni indicazione presente in questa previsione va considerata soggetta a qualche scostamento dovuto alla distanza temporale e alla molte variabili ancora in gioco.
I valori segnalati sono indicativi di quanto potrebbe essere raggiunto e non si esclude possano ancora sussistere dei cambiamenti, seppure limitati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Trovata morta in casa, Fabiola stroncata da un'intossicazione acuta

  • Strage di Kitzbühel, tra le vittime il portiere Florian Janny: mondo dell'hockey sotto shock

  • "Ciao Antonio", il liceo Fogazzaro piange l'amato prof. Busolo Cerin

  • Malore andando a funghi: muore a 57 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento