Maltempo, Venezia in ginocchio. Zaia: "Neve e scirocco. C'è il rischio di un nuovo 2010"

La situazione in cui versa il capoluogo regionale potrebbe riflettersi sul tutto il territorio. Le parole del governatore del Veneto all'indomani dell'eccezionale marea

Acqua alta a Venezia

"Mai avrei pensato di vedere una devastazione simile". Il governatore Luca Zaia interviene sulla situazione che in questi giorni sta interessando il capoluogo di regione un'eccezionale acqua alta di 187 centimetri che ha interessato Venezia ma anche altre zone del litorale“

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il rimando a quanto avvenuto nel novembre 2010 sembra essere inevitabile. “Pensavamo di avere visto il peggio con Vaia - dichiara Zaia - invece siamo di fronte ad uno scenario apocalittico su Venezia e tutto il litorale. Uno scenario che ci preoccupa anche per le prossime ore. In montagna sta nevicando e le temperature si stanno alzando. Sono previsti 120 cm di neve, che con lo scirocco stanno facendo prospettare uno scenario come quello dell’alluvione del 2010. Ricordo che in quell’occasione sono stati colpiti 235 Comuni, oltre 10.000 tra cittadini e imprese, ed è stato superato il miliardo di danni.”  

Particolarmente colpiti Venezia, Pellestrina e tutta la zona del litorale. Erano presenti alla conferenza stampa, svoltasi nella sala operativa della Protezione civile regionale, a Marghera, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia, il direttore del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli, capo del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco Fabio Dattilo.  

“Abbiamo già dichiarato lo stato di crisi per Venezia e tutte le altre località – continua a spiegare il presidente – resta ferma la modalità che tutte le segnalazioni che via via arriveranno saranno accolte lasciando ‘aperto’ il decreto. Continueremo a seguire le evoluzioni dalla sala operativa, consapevoli che siamo di fronte ancora una volta ad un evento straordinario.”

Nell’Unità di Crisi della Protezione Civile, attivata martedì, sono operativi l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin, il direttore dell’area ambiente Nicola Dell’Acqua ed il direttore della Protezione Regionale, Luca Soppelsa, che stanno monitorando tutto ciò che accade non solo a Venezia ma anche nel resto della Regione.

Il sindaco Francesco Rucco esprime solidarietà alla città di Venezia per i danni causati dal maltempo: "Voglio esprimere solidarietà e vicinanza alla città di Venezia, ai suoi cittadini e al sindaco Luigi Brugnaro che è anche presidente dell'area metropolitana, anch'essa duramente colpita dal maltempo. La situazione in corso è molto grave e sono vicino alle famiglie, in modo particolare a quelle delle persone decedute. Colgo l'occasione per annunciare la totale disponibilità di aiuto sotto qualsiasi forma perchè noi vicentini sappiamo cosa vuol dire ritrovarsi una città completamente allagata ma sappiamo anche come si fa superare queste situazioni di crisi".

CONFERENZA STAMPA VENEZIA 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Vicenza misteriosa: le fiabe sui luoghi segreti

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Frontale alle prime luci dell'alba: auto impatta contro una recinzione e finisce nel fosso

Torna su
VicenzaToday è in caricamento