Vuoi una casa più fresca? Scopri come scegliere il condizionatore giusto

Fa caldo e il condizionatore è oramai necessario in ogni appartamento, soprattutto se ci sono bambini e anziani. Cerchi un condizionatore che ti tenga al fresco per l'estate? Guida all'acquisto con consigli e gli indirizzi con le offerte speciali a Vicenza

Quante volte abbiamo pensato a quanto sarebbe utile nei giorni di caldo e afa, avere un condizionatore d’aria nella propria casa.
Lo stravolgimento del clima e delle stagioni hanno portato estati sono sempre più calde. Ci sono periodi dell’anno in cui un condizionatore d’aria all’interno della propria abitazione può fare la differenza, soprattutto per quelle persone che soffrono di pressione bassa o per gli anziani che mal sopportano temperature troppo afose.
In commercio esistono una miriade di prodotti e un’infinità di climatizzatori. Tanto che spesso è facile confondersi tra le varie marche e le varie funzionalità offerte.

Vediamo, dunque, insieme quali sono gli ingredienti perfetti per regalare alla nostra casa il clima perfetto per noi e per la nostra famiglia.
Sicuramente uno dei primi fattori nella scelta di un condizionatore è quello relativo alla classe energetica, in quanto il suo funzionamento finirà per incidere sulla nostra bolletta dell’energia elettrica.

Caratteristiche da prendere in considerazione quando si decide di acquistare un condizionatore

Generalmente gli impianti per l’aria condizionata sono composti da due unità: una esterna che ospita il motore del condizionatore d’aria, e una interna, chiamata split, da dove esce fisicamente l’aria fredda.

  • Questo tipo d’impianto a split singolo (mono split), è adatto per lo più a raffreddare ambienti di piccole dimensioni, al massimo 50 mq mentre se si desidera rinfrescare ambienti molto più grandi e soprattutto divisi da pereti, 
  • Si necessiterà di split aggiuntivi (multi split), circa uno per ogni stanza
  • Ad oggi, la classe energetica più efficiente è quella contrassegnata con la sigla A+++, che va ad indicare un’efficienza ottima.
  • Solitamente un climatizzatore dotato di questo punteggio presenta anche una tecnologia inverter, ovvero è in grado di mantenere costante la temperatura dell’ambiente, andando a ridurre la sua potenza al minimo quando quella desiderata è stata raggiunta. In questo modo si evitano sbalzi repentini e, soprattutto, sprechi di energia.
  • Sull’etichetta, poi, è indicato anche il grado di rumorosità del condizionatore e questo deve essere un elemento da tener in conto quando si acquista, ad esempio, un climatizzatore per una camera da letto o da installare in prossimità delle finestre dei vicini.
  • La rumorosità è espressa in decibel ed è apposta sulla scheda tecnica del prodotto.
  • Se siete persone attente all’ambiente, sappiate che in commercio esistono modelli pensati e studiati proprio per proteggerlo, attraverso una combinazione quasi perfetta tra la classe energetica, la silenziosità, il controllo dei consumi e la purificazione dell’aria da tutti i principali agenti inquinanti, come virus, polveri e allergeni.
  • Altri elementi di scelta per orientarsi nell’acquisto possono essere gli accessori presenti nel climatizzatore, come, ad esempio, il termostato digitale o il timer.

BTU: l’unità di misura della potenza dei condizionatori

Uno degli elementi principali quando si va ad acquistare un climatizzatore è la sua potenza, ovvero la sua reale capacità di refrigerare o riscaldare un ambiente. Abbiamo tralasciato per ultimo questo punto, proprio perché riteniamo che sia quello più fondamentale tra tutti quelli esposti sino ad ora. Non ha molto senso, infatti, comprare un condizionatore basandosi solo sull’estetica o sul prezzo.

Quanta potenza serve? Quanti BTU servono?
Scegliere il condizionatore con la maggior potenza non sempre è la soluzione ideale.
Per ottenere il massimo risultato bisogna saper dimensionare correttamene l’impianto: infatti la scelta dei BTU è strettamente correlata ai mq dell’ambiente da raffrescare.
Ecco alcuni esempi:
32 mq – 8.000 BTU
37 mq – 9.000 BTU
42 mq – 10.000 BTU
51 mq – 12.000 BTU
65 mq – 14.000 BTU
91 mq – 18.000 BTU
111 mq – 21.000 BTU
130 mq – 23.000 BTU
 
Oltre alla dimensione degli ambienti è indispensabile calcolare i fattori ambientali: in locali particolarmente caldi come la mansarda è necessario calcolare un 10% in più di BTU, mentre se il condizionatore viene calcolato in cucina, bisogna integrare con 4.000 BTU aggiuntivi sul totale.
 
 
Monosplit o Multisplit?
Sul mercato esistono condizionatori monosplit, ovvero con una singola unità interna collegata ad una singola unità esterna, o multisplit, con più unità interne associate alla stessa macchina esterna.
La scelta è spesso determinata dalla configurazione dell’immobile, dai mq da raffrescare e dalla possibilità di installare esternamente una o più unità esterne.
Il multisplit viene utilizzato per lo più per una grande abitazione, ma la soluzione più comune rimane, ad oggi, quella monosplit.
   
 
Quale tecnologia scegliere

Senza alcun dubbio tra la tecnologia ON/OFF, dove fisicamente il condizionatore si spegne una volta raggiunta la temperatura e si riaccende non appena percepisce una leggera variazione, e al tecnologia INVERTER è preferibile scegliere quest’ultima.
I condizionatori a INVERTER sfruttano una tecnologia a erogazione continua, che ha lo scopo di mantenere costante la temperatura grazie a piccole correzioni, senza la necessità di spegnere e riaccendere il compressore, con un notevole risparmio energetico!
Inoltre, grazie alla presenza della Pompa di Calore, possono essere utilizzati anche per il riscaldamento invernale, evitando così l’utilizzo dei termosifoni o di riscaldamento a gas.
 
 
Quanto consuma il condizionatore?

Nei modelli di condizionatori 2019 i consumi sono stati ulteriormente ridotti e tutte le proposte Coenergia hanno una classe energetica che varia tra A+ e A+++.
Sulle etichette energetiche è presente il dettaglio dei consumi, suddiviso anche per fasce di efficienza energetica.

Ecco come leggere l’etichetta energetica:
kWh/anno: stima dei kW consumati in un anno sulla base di un utilizzo medio del condizionatore;
kW: potenza nominale del condizionatore;
SEER: indice di efficienza energetica stagionale in modalità di raffreddamento;
SCOP: coefficiente di prestazione stagionale in modalità riscaldamento (solo per modelli con pompa di calore).
 
.
 
 
Dove Acquistare i condizionatori 2019 a Vicenza

Bricoman Altavilla
Vicentina (VI)
Altavilla vicentina
0444 180 4211

Frigogel 
Vicenza VI
0444 514026

Daikin Aerotech Vicenza
Ditta specializzata in impianti di condizionamento
Vicenza VI
0444 144 0247

Isco Clima
Produzione e istallazione di sistemi di condizionamento
Vicenza VI
0444 511511

Leroy Merlin

Torri di Quartesolo

Qui vedi le offerte speciali



 
 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento