Saldi: scopri come evitare le fregature e i tuoi diritti

I saldi estivi a Vicenza avranno inizio sabato 6 luglio e verranno festeggiati con l’apertura serale durante la grande Notte Bianca. Acquistare in saldo è sempre conveniente, ma è bene fare attenzione ad alcune semplici regole perchè un’occasione non diventi un bidone

Nonostante l’estate sia scoppiata solo da poche settimane, il 6 luglio nei negozi di abbigliamento, calzature e accessori, inizieranno i saldi estivi. Quindi tante occasioni per rinnovare il guardaroba e concedersi una cosa bella che finalmente costerà meno. I saldi rappresentano ancora un’opportunità di risparmio ma è bene fare attenzione ad alcune semplici regole per non trasformare un affare in una fregatura.

Spesso si tende a compiere acquisti impulsivi, complici i prezzi accattivanti. Una buona soluzione è quella di eseguire una ricognizione per scegliere gli articoli più interessanti e annotarne il prezzo.

Attenzione a chi fa il furbo e mette in saldo prodotti acquistati ad hoc di poco valore.

Guida ai saldi

  • Il primo consiglio è «verificare i prezzi prima dell’inizio ufficiale dei saldi» per evitare situazioni in cui il taglio al prezzo sia fittizio. 

  • Secondo consiglio: «fare attenzione ai saldi con percentuali troppo elevate».

  • Terzo: «diffidare degli importi scritti col pennarello senza indicazione del prezzo originale». 

  • Quarto consiglio: «se il negoziante non permette di provare i capi, acquistare solo se si è sicuri della scelta. La possibilità di provare i capi, infatti, è a discrezione del commerciante».

  • Il quinto: «durante i saldi i negozianti devono accettare i pagamenti con bancomat o carte di credito a norma di legge. Non sono ammesse deroghe o commissioni». 

  • Sesto: «in caso di acquisto per un regalo, prendere accordi col commerciante. Egli ha infatti l’obbligo di cambiare la merce solo nel caso sia difettosa. Il cambio per altri motivi è a sua discrezione».

Il Codacons mette in guardia i consumatori da comportamenti poco corretti stanabili con semplici attenzioni:

Conservare lo scontrino

Non è vero che i capi in saldo non si possono cambiare. I negozi, infatti, sono obbligati a sostituire l'articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Se il cambio non è possibile, ad esempio, perché il prodotto è finito, si ha il diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono). Ci sono due mesi di tempo per denunciare il difetto.

I capi devono essere di fine stagione

I capi in saldo devono essere effettivamente le rimanenze invendute della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino. È consigliabile evitare di comprare in quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono riempiti nuovi articoli. È improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.

Controllare i prezzi prima dei saldi

Altra regola sempre in voga è quella di fare un giro nei negozi che interessano per appuntarsi i prezzi dei capi prima che inizino i saldi, in modo da poter verificare l’effettivo sconto. Non fermarsi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontare i prezzi con quelli esposti in altri esercizi. A volte basta qualche giro in più per evitare l'acquisto sbagliato o per trovare prezzi più bassi.

Affidarsi ai negozi di fiducia

Comprare in negozi che già si conoscono è sempre la scelta migliore. In alternativa, acquistare merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell'acquisto.

Occhio alle vetrine

Evitare di acquistare in negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Bisogna anche controllare che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dai capi della nuova collezione.

Continua, invece, il dibattito in seno alla categoria sulla validità commerciale dei saldi di fine stagione. Gli operatori in generale considerano ancora i saldi un’opportunità di vendita, che conserva molto appeal sulla clientela. Semmai, dicono, andrebbero riviste le date di inizio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento