Coronavirus a Vicenza: quando va indossata la mascherina

Vediamo molte persone con la mascherina, ma è veramente utile? Come va messa? Quando usarla?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità è costantemente attivo per monitorare e contrastare con ogni mezzo possibile la diffusione del Covid-19, e fornisce aggiornamenti e raccomandazioni per ridurre al massimo il contagio. Una raccomandazione importante rigurarda le mascherine FFP2, molto utilizzate soprattutto in questi giorni, ma non tutti sanno che, per farle aderire bene al viso, non si deve avere la barba e non devono essere mai tolte: una volta che si spostano dalla faccia vanno eliminate perché da quel momento non danno più alcuna garanzia di protezione. Quindi se, per esempio, si indossano e poi si girano sulla testa o sul collo, per il tempo di un caffè, è necessario gettarle via.

LE MASCHERINE

Occorre verificare il loro codice di protezione:

  • Le FFP1 sono sostanzialmente inutili.
  • Le FFP2 hanno un’utilità parziale, in quanto bloccano la fuoriuscita di particelle di saliva e muco dai soggetti che possono essere infetti, ma non l’ingresso del virus dall’esterno.
  • Le FFP3 sono le sole che fermano il virus in entrata.

Non a caso le linee guida prevedono l’utilizzo delle FFP2 per i malati e delle FFP3 per il personale sanitario. In ogni caso, è importante ricordare che anche le mascherine FFP3 hanno una durata limitata nel tempo, pari a poche ore, pertanto non è possibile tenerle sempre addosso, né utilizzare la stessa mascherina all’infinito. Il suggerimento quindi, per chi ne ha qualcuna, è quello di limitarne l’uso alle situazioni di reale contatto ravvicinato con estranei; viceversa utilizzarle per strada serve solo per proteggersi… dallo smog.

Quando va indossata la mascherina?

Per prevenire il rischio di infezione da nuovo coronavirus è prioritario curare l’igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie. L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda di indossare anche una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo coronavirus e presenti sintomi quali tosse o starnuti, oppure se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus. L'uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte. Inoltre, la mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi di malattie respiratorie.

Come devo mettere e togliere la mascherina?

  • prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
  • copri bocca e naso con la mascherina assicurandoti che aderisca bene al volto
  • evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani
  • quando diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla; infatti sono maschere mono-uso
  • togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina; gettala immediatamente in un sacchetto chiuso e lavati le mani.

Serve o no la mascherina?

Roberto Burioni professore di Microbiologia e Virologia: «Prima si diceva che le mascherine non servivano e ora servono. I virus sono piccolissimi, sono un centesimo delle dimensioni di un globulo rosso e in un millimetro cubo ci sono 4-5 milioni di globuli rossi, quindi passano attraverso qualunque cosa. Questo virus si trasmette attraverso delle goccioline che però hanno un raggio d’azione di almeno un metro per le persone che stanno bene non c’è bisogno di mettere la mascherina. La deve mettere chi sta male. Non forniscono alcuna protezione dal coronavirus. Servono a non far diffondere il virus da parte di chi lo ha già contratto».

Walter Ricciardi, membro dell'Oms e consigliere del governo: «Le mascherina chirurgiche ai sani non servono a niente, il virus penetra attraverso la garza. Le mascherine di garza servono ad evitare ad esempio che cadano gocce di saliva del chirurgo. Non servono a proteggere i sani, ai sani non servono assolutamente a nulla. È solo una paranoia che la gente sana usa in maniera impropria. Esistono poi le mascherine FP2-FP3, che servono al personale sanitario e alle forze dell'ordine».

In Cina uno degli obblighi per la cittadinanza era proprio quella di indossare mascherine. Dal 24 gennaio scorso, cioè da quando è scattato il piano di emergenza firmato dal presidente Xi Jinping, tutti i cittadini cinesi sono stati infatti obbligati a indossare la mascherina negli spazi pubblici (cioè anche per strada). Non vi è alcuna differenza fra cittadini contagiati e sani: chiunque deve farlo. La pena è l’arresto.

Cosa raccomanda l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)

  • Reparti con pazienti affetti da COVID-19 – Gli operatori che entrano in contatto diretto col paziente nelle procedure che generano aerosol devono indossare una mascherina N95 o FFP2, un camice protettivo, guanti, protezione oculare e grembiule. Gli operatori che entrano in contatto con pazienti in procedure che non generano aerosol è sufficiente che indossino una mascherina chirurgica, oltre a guanti, camice protettivo e protezione oculare. Non sono richiesti DPI nelle aree di transito del paziente (corridoi, luoghi di passaggi, ecc…)
  • Triage in Pronto Soccorso – Non sono richiesti DPI durante tutte le fasi di screening preliminare e dove non è previsto un contatto diretto, a patto che siano garantite distanze di almeno 1 metro dal paziente. Ai pazienti con sintomatologia respiratoria va fatta indossare una mascherina chirurgica.
  • Laboratorio analisi – I Tecnici di Laboratorio, se manipolano campioni di materiali delle vie respiratorie, devono indossare la mascherina chirurgica, i guanti, il camice protettivo e la protezione oculare (se vi è rischio di schizzi).
  • Ambulatori – Gli operatori non devono indossare DPI, tranne quando devono effettuare un esame obiettivo su persone con sintomatologia respiratoria (in questo caso è necessario indossare guanti, camice, protezione oculare e mascherina chirurgica). Durante l’esecuzione delle terapie invasive si utilizzeranno i DPI previsti dalle linee guida internazionali, anche con pazienti asintomatici. I pazienti che attendono in sala d’attesa non devono indossare mascherine, tranne quelli che presentano una sintomatologia respiratoria (per i quali va fatta indossare la mascherina chirurgica).
  • Uffici amministrativi – Se non sono previste pratiche che coinvolgano pazienti affetti da COVID-19, non serve indossare mascherine.
  • Comunità – Vale quanto detto per gli ambulatori (a patto che non vi siano ospiti affetti da COVID-19, per i quali vale quanto detto per i “reparti con pazienti affetti da COVID-19”).
  • Le mascherine FFP2 vanno indossate solo in casi veramente eccezionali e quelle chirurgiche solo se strettamente necessarie.

Tutto ciò che c'è da sapere sul nuovo coronavirus e quali misure adottare per proteggersi da un possibile contagio.

I sintomi del Coronavirus

Come proteggersi dal contagio

L'igiene personale

Il disinfettante sicuro approvato dall'OMS

La distanza di sicurezza da rispettare

Il cibo che rafforza il sistema immunitario

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione negli ospedali vicentini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

Torna su
VicenzaToday è in caricamento