Cosa è il Suap e come funziona lo Sportello Unico per le Attività Produttive

Il Suap è l'ufficio a cui si devono rivolgere tutti quelli che vogliono avviare, ampliare o rilevare, o cessare un'attività. Ecco tutte le informazioni

Lo Sportello Unico Attività Produttive, Suap, presente in tutti i Comuni italiani è il punto di contatto fondamentale fra imprese e istituzioni pubbliche per sbrigare tutte le pratiche relative all’apertura e alla gestione aziendale. Consente infatti alle imprese di un avere un referente pubblico unico per tutte le pratiche che devono sbrigare.

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive è l’ufficio a cui rivolgersi per tutte le richieste e per tutte le informazioni necessarie per iniziare, modificare o cessare un’attività imprenditoriale in ambito produttivo, commerciale o di servizio con lo scopo di semplificare ed agevolare il rapporto tra Pubblica Amministrazione ed imprese.

In particolare, in seguito all’ applicazione del nuovo regolamento, lo Sportello sarà l’unico destinatario al quale il richiedente potrà presentare qualsiasi domanda, dichiarazione, segnalazione o comunicazione inerente i procedimenti di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione di attività produttive o di prestazione di servizi, nonché quelli relativi al loro esercizio.

Sarà inoltre l’unico interlocutore in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti l’ attività produttiva e darà una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni, comunque coinvolte nel procedimento.

Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni relative ai procedimenti, nonché i relativi elaborati tecnici e allegati, dovranno essere presentati esclusivamente in modalità telematica allo Sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Modalità di presentazione pratiche SUAP a Vicenza

In applicazione del DPR 160/2010 tutte le istanze, riguardanti le imprese, dovranno pervenire esclusivamente per via telematica tramite il portale unico nazionale http://www.impresainungiorno.gov.it presso il quale il Comune di Vicenza è accreditato. Non saranno, pertanto, accettate pratiche presentate in formato cartaceo o inviate tramite pec. E' fatta eccezione per tutti quei procedimenti non contemplati dalla normativa vigente o non presenti nel portale medesimo.

Il Suap funziona in modalità completamente telematica, ma è possibile contattarlo anche fisicamente e rivolgersi allo sportello, e risolve qualsiasi pratica relativa alla gestione d’impresa, anche funzionando come sportello burocratico, luogo di consulenza, semplificatore di adempimenti. Una pratica che richiede un diversi adempimenti, può essere effettuata interamente presso lo Sportello Unico, che si preoccupa poi di inoltrare poi i vari documenti agli enti e agli uffici di destinazione (Province, Comuni, Asl e via dicendo).

Cos’è il Suap

Suap (Sportello unico attività produttive) è il servizio online di riferimento per tutti i procedimenti amministrativi relativi alle imprese.

Che cosa si intende per attività produttive? Rientrano tra le attività produttive imprese agricole, artigianali, commerciali, alberghiere e turistiche. Si annoverano inoltre i servizi di telecomunicazioni e le prestazioni offerte da intermediari finanziari e banche.

È disponibile uno Sportello sul sito di ciascun Comune italiano, a cui si accede tramite il portale web Impresa in un giorno.

A cosa serve il Suap?

Lo Sportello permette a imprese e imprenditori di avviare un’attività economica, modificarne una esistente o chiederne la cessazione.

Una volta effettuato l’accesso al portale, l’utente ottiene preziose informazioni circa la tipologia di pratica da iniziare, la documentazione richiesta e lo stato di avanzamento della domanda inoltrata.

Il Portale del Suap permette di presentare le seguenti procedure di inizio attività:

  • Segnalazione certificata di inizio attività o SCIA ai sensi dell'art. 19 della L.241/1990 (l'attività può iniziare immediatamente sulla base di autocertificazioni dell'impresa, che la P.A. controlla entro 30 o 60 giorni)
  • procedimento ordinario (l'attività inizia solo se e quando la PA rilascia la relativa autorizzazione)
  • comunicazione (l'attività può iniziare subito; la P.A. ne prende atto)

Il procedimento può essere di due tipi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • un procedimento semplificato, della durata di 90 giorni nel quale le singole amministrazioni competenti esaminano il progetto e rilasciano un parere o nulla osta. Il SUAP riceve l'istanza corredata dalla necessaria documentazione e inoltra le richieste di parere tecnico agli uffici coinvolti nel procedimento. Entro 30 giorni questi possono richiedere tramite il SUAP eventuale documentazione integrativa. Quando tutti gli uffici si sono espressi positivamente il procedimento si conclude con un provvedimento unico di autorizzazione. In presenza di un parere negativo il SUAP trasmette la pronuncia al richiedente entro 3 giorni e il procedimento si intende concluso. In tal caso il richiedente può richiedere la convocazione di una conferenza di servizi per concordare le condizioni per superare la pronuncia negativa;
  • un procedimento autocertificato, della durata di 45/60 giorni nel quale il SUAP riceve l'istanza corredata da autocertificazioni attestanti la conformità del progetto alle norme vigenti redatte da professionisti abilitati e sottoscritte dal legale rappresentante. Copia della documentazione viene trasmessa a cura del SUAP agli uffici competenti per le verifiche. Allo scadere del termine, qualora gli uffici non si siano espressi, le verifiche si intendono concluse positivamente per silenzio assenso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo passati a rischio elevato, lunedì inaspriremo le regole»

  • Condizionatori e Coronavirus: consigli su come igienizzarli

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Nuovi focolai in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Le vacanze si trasformano in tragedia, mamma 44enne muore mentre fa snorkeling

  • Tragedia sulla Sisilla, volo di 80 metri: muore un escursionista

Torna su
VicenzaToday è in caricamento