Vicenza, prenotare sale comunali e richiedere contributi on line

L'assessorato alla cultura, con la collaborazione del settore Sistemi informatici, telematici e Sit, ha messo a punto due nuovi applicativi che consentono a cittadini e associazioni di fare tutto via internet

Addio alla carta anche negli uffici comunali della Cultura. Da oggi infatti le richieste di utilizzo delle sale comunali e di contributo per iniziative culturali vanno presentate solo on line attraverso il sito www.comune.vicenza.it, accedendo alla sezione “Servizi in un click”.

L’assessorato alla cultura, con la collaborazione del settore Sistemi informatici, telematici e Sit, ha messo a punto due nuovi applicativi che consentono a cittadini e associazioni di fare tutto via internet. Gli utenti pertanto disporranno d’ora in poi di un sistema semplificato, che consentirà sia di verificare in tempo reale la disponibilità della sale, sia lo stato di avanzamento delle loro pratiche.

Nel dettaglio, per richiedere l’utilizzo del Teatro Astra, dell’auditorium Canneti e della sala conferenze dei chiostri di Santa Corona, basterà quindi collegarsi al sito www.comune.vicenza.it, cliccare prima su “Servizi in un click” e poi su “Prenotazione sale comunali”. Verrà richiesta, ma solo la prima volta, la registrazione al servizio cui seguirà via mail l’invio di un messaggio automatico che fornirà a ciascun utente registrato la password e le istruzioni necessarie per completare l’iscrizione. Seguirà quindi la convalida che consente al cittadino o all’associazione interessata di procedere con la richiesta di utilizzo della sala compilando a video i campi vuoti di una scheda. Fatta la prenotazione arriverà all’utente una mail con l’indicazione del canone da pagare e, in allegato, il documento da firmare per inviarlo poi all’assessorato alla cultura a Levà degli Angeli 11 o tramite posta elettronica o via fax oppure recandosi di persona.

Anche per la richiesta di contributi economici a sostegno di iniziative culturali, le associazioni possono presentare on line la propria domanda (comprensiva di relazione descrittiva dell’iniziativa e bilancio preventivo) collegandosi sempre al sito www.comune.vicenza.it: si clicca prima su “Servizi in un click” e poi su “Richiesta contributo per manifestazioni culturali”. Nei casi previsti dalla legge, entrambe le domande comportano l’applicazione di una marca da bollo da 14,62 euro. Gli uffici stanno comunque valutando la possibilità di estendere a questi servizi l’applicazione di un bollo “virtuale”. “Le due nuove procedure di presentazione delle domande – conclude Lazzari - offrono agli utenti oltre alla possibilità di compilare la specifica modulistica on line, anche il vantaggio supplementare di consultare lo stato di avanzamento delle pratiche già presentate, seguendo il loro iter dalla fase di registrazione sino a quella dell’avvenuta approvazione, grazie anche a un sistema di verifica, che segnala eventuali non conformità dei dati inseriti.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • Centro massaggi a luci rosse: blitz della GdF

  • Droga tra giovanissimi: scoperta serra artigianale in casa, in manette due coinquilini

Torna su
VicenzaToday è in caricamento