Vicenza punta su piste ciclabili e aree pedonali: seconda provincia a livello regionale

A rivelarlo è il Centro ricerche Continental autocarro su dati Istat: +59,5% per quanto riguarda le aree riservate al transito delle biciclette e +39% per il passaggio pedonale

Dal 2008 al 2015 in Veneto, considerando i comuni capoluoghi di provincia, le piste ciclabili sono passate da una lunghezza di 370 km a 527,2 km, con un aumento del 42,5%; le aree pedonali sono passate da un’estensione di 157,558 a 159,890 ettari (+1,5%); le Ztl (zone a traffico limitato) sono passate da 5,436 a 6,260 km quadrati (+15,2%).

Per ciò che riguarda le piste ciclabili il comune capoluogo di provincia che ha fatto registrare l’aumento maggiore è Belluno (+136,9%), seguita da Vicenza (+59,5%) e Venezia (+49,9%). Nel comparto delle aree pedonali la crescita maggiore è stata quella di Vicenza (+39%).

Per quanto riguarda invece le aree pedonali Vicenza passa da 1,615 ettari del 2008 a 2,245 nel 2015 (+39%). Infine, per il comparto delle Ztl, la variazione è del 13%: 0,378 chilometri quadrati nel 2008 che nel 2015 sono diventati 0,427.

Schermata 2016-12-21 alle 16.26.20-2

In Italia dal 2008 al 2015 le aree pedonali sono cresciute del 27,2%, le Ztl (zone a traffico limitato) del 5,1% e le piste ciclabili del 47,7%. Questi dati emergono da una elaborazione del Centro ricerche Continental autocarro su dati Istat e si riferiscono alla media dei dati rilevati nei comuni capoluogo di provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre indicatori considerati nell’elaborazione (aree pedonali, Ztl e piste ciclabili) mostrano che negli ultimi anni vi è stato uno sviluppo delle infrastrutture per favorire l’uso di mezzi di trasporto alternativi (vedi la crescita delle piste ciclabili), tendenza confermata anche dall’aumento delle zone in cui i veicoli a motore non possono circolare (aree pedonali o Ztl). Ciò testimonia un crescente interesse da parte delle amministrazioni pubbliche per il miglioramento della qualità della vita nelle nostre città, nonostante le difficoltà della crisi economica, che ha avuto un impatto pesante anche sui bilanci delle amministrazioni locali.
 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Vicenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 2 giugno cade l'obbligo di mascherina all'aperto

  • Perde il controllo della moto e si schianta contro un muro: muore 22enne

  • Vicenza riparte, la prima giornata di fase 2 dopo il lockdown: il LIVE

  • Travolta da un'auto: muore donna di 55 anni

  • Operazione "gomme da arresto": 5 indagati per frode, sequestrati beni per 11 milioni

  • Stop agli assembramenti-spritz, Rucco firma l'ordinanza: aperitivo solo al bar

Torna su
VicenzaToday è in caricamento