Passione vino: corsi per diventare Sommelier a Vicenza

L'universo del vino è ricco e molto affascinante. Partecipare a un corso per Sommelier può rivelarsi un'esperienza utilissima, sia per accrescere il proprio bagaglio culturale sia per ampliare le possibilità lavorative

Per lavoro o per passione scoprire i segreti del vino è bellissimo

Vorreste conoscere meglio le varie tipologie, capire come degustare, apprezzare le caratteristiche, i profumi ed altre cose interessanti? Desiderate capire come funziona il corretto abbinamento cibo vino?

Con un corso per Sommelier si scopre tutto sul mondo vino, è un'esperienza unica nel suo genere.

Ma perché iscriversi?

1. Mercato vasto e in continua evoluzione: che di conseguenza offre maggiori opportunità lavorative non solo nelle enoteche e nei ristoranti, ma anche nelle aziende vinicole. Ottenuta la qualifica di Sommelier si possono svolgere diverse attività come, Sommelier per eventi pubblici o privati, docente di corsi da Sommelier o ancora Wine Export Manager, una professione molto in voga e per la quale è richiesta una conoscenza approfondita del settore vinicolo.

2. Cultura personale: un altro buon motivo per diventare Sommerlier è allargare i propri orizzonti culturali, per riuscire a conoscere e comprendere tutto ciò che ruota intorno al nettare di Bacco con le sue mille varietà ricche di sfumature.

3. Curiosità: anche la curiosità di scoprire i vini più buoni in commercio e come creare i giusti abbinamenti con il cibo, essere gli esperti che al ristorante consigliano cosa bere agli amici per evitare errori, che riconoscono sempre la bottiglia miglior qualità prezzo.

4. Passione: può sembrare scontato e banale ma non lo è, perché la passione è fondamentale per riuscire a ottenere ottimi risultati in qualsiasi campo della vita. Quindi, anche la passione per il vino è un validissimo motivo per iscriversi a questa tipologia di corso.

IL CORSO

  • Nello specifico partendo dalla figura del sommelier e di come si sia evoluta la sua funzione nel tempo, il corso affronta problemi di vitivinicoltura, di enologia.
  • Alcune sessioni approfondiranno le tecniche di educazione all’esame visivo e all’esame olfattivo, con esercitazioni sullo studio di glicerina, zucchero alcool acido e tannino.
  • Si passerà quindi alla fase delle degustazioni partendo dagli spumanti, metodo charmat e metodo classico, dagli champagne, per passare poi ai vini Bianchi Rosati e Rossi, Passiti e Dolci. Si entrerà nello specifico di aspetti tecnici con lo studio delle etichette, e dei vini IGT, DOC, DOCG.
  • Lezioni specifiche saranno riservate allo studio dei vitigni più importanti del Nord, del Centro e del Sud d’Italia.  
  • Si passerà quindi all’analisi sensoriale e tecnica dell’abbinamento cibo-vino, affrontando, conseguentemente, la preparazione di un menù, dagli antipasti e salse con erbe aromatiche e spezie, ai primi piatti di pasta, riso polenta ai secondi piatti di carni bianche e rosse e di selvaggina, ai contorni con funghi tartufi ortaggi, formaggi per concludere con dolci gelati e frutta, cioccolato.
  • A integrazione della formazione culturale del Sommelier, al quale si richiedono oggi conoscenze più complesse rispetto al passato, durante il corso si affronteranno i problemi che riguardano il marketing del vino, la vendita e le strategie del mercato nazionale e internazionale nonché di comunicazione elettronica del vino.

Se state cercando un corso vi consigliamo di consultare il sito dell'Associazione Italiana Sommelier della Regione Veneto.

Ecco alcuni riferimenti per corsi sommelier a Vicenza

Il Tempo Ritrovato

Fisar Vicenza

Asso sommelier

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali sono le lauree migliori per trovare lavoro

  • Per chi ama viaggiare: ecco come diventare assistente di volo

  • Ecco come diventare la nuova Chiara Ferragni: parte un corso per influencer

  • Scuola: Nasce il portale veneto per l'orientamento

Torna su
VicenzaToday è in caricamento