"4444: Acqua e Fuoco" sulla Calà del Sasso al Museo Le Carceri di Asiago

Collage fotografico Calà del Sasso (immagini di archivio)

Sabato 9 settembre alle ore 18 il Museo Le Carceri di Asiago inaugurerà la mostra temporanea di sculture in legno "4444: Acqua e Fuoco", dedicata alla Calà del Sasso, la famosa scalinata naturale di 4444 gradini più lunga d'Italia, che serviva a trasportare il legname del bosco a valle per poi essere mandato a Venezia attraverso la via di comunicazione fluviale brentana.

4444: ACQUA E FUOCO. Il titolo è stato scelto e voluto dagli scultori Toni Venzo e Marco Martalarsi, perchè si radica nelle tradizioni del territorio locale: il "Fuoco" dello spirito cimbro e l'Acqua del fiume Brenta, modellando e levigando la storia altopianese con la loro arte. Esposizione visitabile fino al 22 ottobre.

ORARI DI APERTURA: sabato, domenica e festivi 10:00 - 12:30 e 15:30 - 18:30 - nei giorni feriali solo su prenotazione. L'esposizione sarà visitabile fino al 22 ottobre.

COSTO: 3 euro - Ingresso gratuito per i bambini fino a 6 anni e disabili.

ELENCO MOSTRE

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi in Basilica Palladiana

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Basilica Palladiana
  • Arte Preziosa: le Sculture Gioiello di Salvador Dalì

    • dal 1 gennaio al 20 aprile 2020
    • Museo del Gioiello

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2020
    • piazze
  • Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi in Basilica Palladiana

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Basilica Palladiana
  • Tour guidato del centro storico di Vicenza

    • dal 19 ottobre 2019 al 6 giugno 2020
    • Piazza Matteotti
  • “Terrestri 2019-20” la scena contemporanea al Teatro Astra

    • dal 15 novembre 2019 al 3 aprile 2020
    • Teatro Astra
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento