Le serie tv: “Alla ricerca del senso perduto” con Jacopo Bulgarini d'Elci

Nella Sala dei Pegni di Palazzo del Monte di Pietà di Vicenza (contrà del Monte, 13), prima di tre conferenze sulla serialità televisiva condotte dal critico Jacopo Bulgarini d'Elci.  Si comincia Venerdì 24 gennaio 2020 alle ore 20:30 con “Alla ricerca del senso perduto”, fra le detective stories di ieri e di oggi.

Tre incontri per parlare di serie TV in un periodo in cui il fenomeno si è diffuso enormemente e trova schiere numerosissime di giovani (e meno giovani) appassionati.

Le serie tv sono la nuova letteratura: nuove tecnologie e modalità di fruizione hanno reso le produzioni seriali il modo più attuale di rimanere avvinti a un racconto. E anche l’opinione pubblica è dominata da dibattiti e suggestioni messi in campo dalle produzioni di Netflix, Amazon, Sky e affini. E in una narrazione visivamente innovativa che dà nuova forma a capitoli e episodi, le serie tv stesse guardano ai romanzi come fonti inesauribili di storie.
Un fenomeno che è interessante indagare per capirne i meccanismi e metterne in evidenza gli aspetti positivi dal punto di vista registico, attoriale e della narrazione, ed eventuali limiti, oltre che coglierne gli effetti di “dipendenza” ingenerati dalla serialità.

Detective dal fiuto infallibile, zombie spaventosi come cavalieri dell’Apocalisse e oscuri manovratori di intrighi politici animeranno per tre venerdì sera la Sala dei Pegni del Palazzo del Monte di Pietà di Vicenza. 

Si comincia venerdì 24 gennaio con “Alla ricerca del senso perduto”, che permetterà di indagare la detective story come ricostruzione dell’ordine destabilizzato da un evento criminoso. Si incontreranno così, nelle loro molteplici declinazioni, investigatori di origini letterarie come Sherlock Holmes, Hercule Poirot e il commissario Maigret accanto a serie come Mindhunter, Twin Peaks, True Detective, CSI e NCIS, per scoprire come la serialità moderna abbia messo in crisi il meccanismo rassicurante e confortevole degli show tradizionali.

Venerdì 21 febbraio Una serata “apocalittica” in compagnia degli zombi, come dall’inequivocabile titolo “È la fine del mondo!”, si concentrerà sulla figura del “mostro” che domina l’immaginario contemporaneo, tra cinema, fumetto, tv e videogame. Dagli horror di George A. Romero a The Walking Dead, con Bulgarini d’Elci si rifletterà sul perché i morti viventi siano diventati così popolari e sul motivo del fascino, inquietante e irresistibile, da sempre esercitato sull’uomo dall’idea della fine del mondo. 

Venerdì 13 marzo, infine, “La politica è una cosa seria(le)”. La terza e ultima conferenza del ciclo sarà dedicata a come la televisione racconta il potere, i suoi protagonisti e i suoi meccanismi, spaziando attraverso i generi (dal realismo alla parodia fino alla satira) e rifacendosi a serie come The West Wing – Tutti gli uomini del presidente o House of Cards, per arrivare al vero e proprio fenomeno mondiale Game of Thrones: una serie fantasy, campione d’incassi, che a prima vista nessuno definirebbe “politica” ma in realtà lo è a tutti gli effetti.  

“Come prodotto di cultura pop più diffuso - commenta Jacopo Bulgarini d’Elci - la serialità televisiva è la forma più forte di linguaggio globale del nostro tempo, del quale ci aiuta a leggere e interpretare dinamiche e trasformazioni. In queste serate, intrecciando frammenti di serie televisive con informazioni sull’origine di storie, personaggi, archetipi, idee e modelli narrativi, cerchiamo di indagare cosa la serialità tv può dirci sulle nostre paure, su come vediamo il mondo e sul futuro che riusciamo a immaginare”. 


Stuzzicante il “palinsesto”, con appuntamento sempre alle 20.30 e a ingresso libero. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Il cinema di Wes Anderson

    • dal 26 March al 9 April 2020
    • Porto Burci

I più visti

  • Ogni giorno tutti i mercati in città e in provincia di Vicenza

    • Gratis
    • dal 20 settembre 2019 al 20 settembre 2020
    • piazze
  • Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi in Basilica Palladiana

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Basilica Palladiana
  • Tour guidato del centro storico di Vicenza

    • dal 19 ottobre 2019 al 6 giugno 2020
    • Piazza Matteotti
  • “Terrestri 2019-20” la scena contemporanea al Teatro Astra

    • dal 15 novembre 2019 al 3 aprile 2020
    • Teatro Astra
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento