"Holi on tour-Il Festival dei colori" al Parco Retrone di Vicenza

Dopo la positiva esperienza dell'anno scorso ritorna nella città del Palladio il singolare evento itinerante "Holi on tour-Il Festival dei colori" presso il Parco Retrone con polverine multicolor, che coloreranno migliaia di giovani per un grande spettacolo visivo al ritmo di musica in un arcobaleno di emozioni e divertimento

Un bacio "colorato" tra due innamorati (immagini di archivio)

Domenica 17 luglio alle 16 si svolgerà la manifestazione "Holi on tour-Il Festival dei colori", ispirato alla tradizione indiana, presso il Parco Retrone di Vicenza in via Malvezzi all'interno del "Ferrock Festival". 

Dopo le oltre centomila presenza dello scorso anno nelle tappe di Roma, Padova, Bologna, Treviso, Vicenza, Asolo e Macerata ritorna nel capoluogo berico l'evento "Holi", la tradizionale festa indiana di primavera durante la quale ci si lancia addosso colore e si vince così la paura delle tenebre e del male, portata in Italia per la prima volta in assoluto alcuni anni fa dalla società "Different Colors" degli event manager Fabio Lazzari e Marco Bari, che sostengono un progetto sociale in India. Le polverine multicolor dipingeranno migliaia di giovani per uno spettacolo emozionante ad alto impatto visivo da vivere e ballare in un arcobaleno ritmato da musica live e dj set. A Vicenza sono attesi oltre 12 mila giovani per questo singolare party. 

Il format, ricordiamo, ha creato veri e propri fenomeni virali on line, come la foto del bacio di due innamorati, che è finita pure sulle copertine dei magazine di settore. Ma a premiare la capacità degli organizzatori è stata soprattutto la decisione del regista Fausto Brizzi, autore tra gli altri di “Notte prima degli esami”, di scegliere l’Eutropia Festival di Roma nella notte dei colori come cornice per il suo film “Forever Young”. Così, "Holi on tour – Il festival dei colori" è finito pure sul grande schermo.


Ma ciò che veramente distingue gli organizzatori veneti dell’Holi on tour rispetto alla miriade di piccole realtà, che utilizzano il fascino indiano a fine di business, oltre a mantenere gli eventi quasi sempre gratuiti o comunque accessibili a chiunque, è la decisione di lavorare nel segmento dell’economia della felicità, valorizzando il karma. “Crediamo alla tradizione indiana, noi la mischiamo con dj set e la spieghiamo ai giovani coi concerti”, spiegano i due manager dell'evento Lazzari e Bari, proponendo a tutti di aiutarli nella raccolta di fondi, che già attuano ad ogni tappa dell'iniziativa itinerante. Infatti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Fratelli Dimenticati onlus di Cittadella, nel padovano, stanno finanziando un progetto a Nandanagar un villaggio nel Nord-Est dell’India.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici in casa? Ecco come allontanarle subito

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento