"Granfondo Why Sport" a Valdagno

Domenica 1 maggio si disputerà a Valdagno la seconda edizione della gara ciclistica "Granfondo Why Sport" con due tracciati diversi: un granfondo di 131 chilometri e un mediofondo di 90 chilometri. Per consentire lo svolgimento della manifestazione sportiva sono previste numerose modifiche alla viabilità nel centro di Valdagno per sabato e domenica

Domenica 1 maggio si svolgerà la 2^ edizione della gara ciclistica "Granfondo Why Sport" a Valdagno con oltre 1400 partecipanti con partenza da piazza Cavour. Per l'occasione lo staff dell'ASD Racing 2015, guidato da Pietro Casalatina, ha studiato due tracciati rinnovati, che metteranno alla prova grimpeur e velocisti su saliscendi di indiscusso fascino ai piedi delle Piccole Dolomiti. Per i più allenati si potrà puntare sul più lungo dei due, un granfondo di 131 km e 2.800 metri di dislivello, mentre per chi preferisse ancora optare per una distanza meno impegnativa, ci sarà il mediofondo con i suoi 90 km e 1.700 metri di didisvello.

Partenza e arrivo si confermano in piazza Cavour, dalla quale si prenderà il largo verso Recoaro Terme e la prima scalata al passo Xon. Si scende poi a Valli del Pasubio per incontrare la prima novità del 2016. Freccia a sinistra in direzione il Pian delle Fugazze fino a località Ponte Verde, da dove si sale ulteriormente fino a Passo Xomo. Una lunga discesa porta fino a Santa Caterina, Poleo e Schio per ritrovare il tracciato consueto che si arrampica verso il Passo Zovo, con passaggio per Monte Magrè. Da qui si imbocca la dorsale fino a Monte di Malo e poi di scende a Priabona. Facendo girare le gambe si arriva fino al comune di Brogliano per prendere la destra Agno fino a Cornedo Vicentino. Sarà il chilometro 79 a fare da spartitraffico per i due percorsi. Il mediofondo continuerà a risalire in direzione di Valdagno, dove lo attende la classica “salitella” di località Castello e poi il discesone per contrada Vegri e volata sul rettilineo finale. Sul lungo, invece, ci sono ancora una cinquantina di chilometri da macinare. Si passa prima per Quargnenta e si la dorsale che conduce la carovana a Nogarole Vicentino, da dove si stacca una picchiata molto insidiosa e tecnica alla volta di Chiampo. La strada torna ad inclinarsi gradualmente toccando San Pietro Mussolino e località Ferrazza, da dove si stacca la lunga salita che porterà alla temuta “Trappola” di Val Bianca con le sue pendenze che toccano il 20% in alcuni tratti. Si scollina allo Zovo di Castelvecchio e si lancia la discesa per le contrade Biceghi e Vegri, si sfiora la frazione di Maglio di Sopra e si spinge per gli ultmi metri fino al traguardo.

Nella lunga lista di iscritti spiccano i nomi di Enrico Zen (Team Beraldo Greenpaper Biomin), già vincitore lo scorso anno, Alessandro Bertuola (Asd Cicli Copparo Liotto) oltre ai vari Muraro, Minuzzo, Pinton e Poeta. Gara rosa con gli occhi puntati tutti su Odette Bertolin (Somec-Mg K Vis-LGL), terza nella gara d'esordio a Cervia e poi in vetta al podio nelle due prove vicentine della GF Liotto e Gf fi'zi:k. Per il mediofondo ci sarà Matilde Molo (Gs Alpilatte Br Pneumatici Zanè), che potrà giocare le sue carte.


Sono previste numerose modifiche alla viabilità con disagi alla circolazione per sabato 30 aprile e domenica 1 maggio nel centro di Valdagno. In zona arrivo, è già scattato il divieto di sosta con rimozione su parte di Piazza Verdi e parte di Viale Puccini per consentire l'allestimento con tendone e palco per i giudici. Da sabato il divieto sarà esteso anche a Piazza Cavour e parte di Via Bellini, oltre che su tutta Piazza Verdi. Nella giornata di domenica scatterà il divieto di sosta e di circolazione su parte di Viale Puccini e via V.E. Marzotto, stop alla circolazione poi anche in Viale Panzini e Viale Duca d'Aosta, ma solo dalle 6.00 alle 9.00 per consentire la partenza della gara. Su Viale Panzini, lato ovest, per l'intera durata della manifestazione sarà concesso il transito ai soli frontisti. Infine, dalle 11.00 alle 18.00 di domenica verrà chiuso al traffico il tratto di Viale dei Lanifici dalla rotatoria cosiddetta “delle vasche”. Attenzione anche in collina, in particolare nel tratto compreso tra c.da Fontana e l'intersezione per c.da Fincara, dove dalle 10.00 alle 18.00 di domenica verrà istituito un senso unico con direzione c.da Fontana – Campotamaso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento