Marco Rizzello vince il premio Brunelli: suonerà per "progetto giovani" alle Gallerie Leoni Montanari

L’attenzione ai giovani artisti è un punto fondamentale per il festival delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

È Marco Rizzello il vincitore della VII edizione del Premio Lamberto Brunelli, concorso riservato a giovani pianisti, istituito nel 2011 dalle Settimane Musicali al Teatro Olimpico e dalla famiglia Brunelli per onorare la memoria dell'ing. Lamberto Brunelli (1941-2010), musicofilo, socio e sostenitore del Festival per molti anni.

La commissione giudicatrice, presieduta dal M° Daniele Roi, era composta da musicisti di chiara fama quali i Maestri Igor Cognolato, Massimo Somenzi, Jolanda Violante, Diego Brunelli. «E' sempre un piacere fa parte della giuria di questo concorso - ha sottolineato il M° Roi - cui partecipano giovani da tutta Italia che esprimono un livello artistico davvero elevato. Marco Rizzello ci ha convinti, in modo particolare, per la gestione del suono e il fraseggio, dimostrando un controllo e una maturità superiori. Ha eseguito un repertorio che dimostra anche una certa predisposizione per la musica contemporanea, interpretandolo con grande equilibrio, e anche questo ha fatto la differenza».

«E' un premio per certi versi inaspettato - ha dichiarato Rizzello - perché arrivo da un periodo di grandi cambiamenti sul fronte artistico, e lo considero una conferma delle mie scelte più recenti. Questo riconoscimento mi incoraggia e mi spinge a credere in me stesso. Sono molto grato ai maestri che mi stanno seguendo, all'Accademia Pianistica Internazionale di Imola (Marlies van Gent e Boris Petrushansky) e a Pesaro (Giovanni Valentini), oltre al Maestro Giorgio Farina, per il grande supporto che mi ha dato negli anni: a lui dedico questo premio.» Rizzello si aggiudica una borsa di studio del valore di 1.500 euro, messa a disposizione dalla famiglia Brunelli; sarà inoltre protagonista del terzo concerto di "Progetto Giovani" delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, domenica 18 giugno alle ore 11 nel Salone d'Apollo delle Gallerie d'Italia di Palazzo Leoni Montanari. Si esibirà poi in un concerto offerto da Asolo Musica nell'ambito della rassegna "Musica nei musei", nel chiostro Santa Caterina a Treviso.

L'attenzione ai giovani artisti è un punto fondamentale per il festival delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, che crea uno spazio apposito nel quale il pubblico può apprezzare il talento di musicisti da annoverare tra le eccellenze del contesto musicale internazionale. Anche quest'anno grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, si propongono tre concerti, ospitati alle Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, venerdì 2 giugno, domenica 11 e domenica 18 giugno, sempre alle ore 11. Protagonista del concerto del 2 giugno sarà il pianista Marco Mantovani, che propone un programma dedicato a L. van Beethoven, di cui interpreterà la Sonata in re maggiore op. 28 "Pastorale", e a R. Schumann, di cui presenterà "Davidsbündlertänze" op. 6. L'appuntamento di domenica 11 giugno, alle ore 11 alle Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, è riservato al violinista vincitore della borsa di studio "Settimane Musicali al Teatro Olimpico" presso l'Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, Ferdinando Trematore, che suonerà in duo con la sorella, la pianista Angela Trematore. Il programma si apre con R. Schumann, Sonata in re minore op. 121, per proseguire con la "Fantasia brillante su temi dall'opera Faust di Gounod" op. 20 di H. Wienawski, e con "Tzigane" di M. Ravel. Per prenotazioni e acquisto dei biglietti (intero € 5,00 e ridotto € 3,00), disponibili fino ad esaurimento dei posti in sala, è a disposizione il Numero verde 800.578875 (info@palazzomontanari.com).

Torna su
VicenzaToday è in caricamento