Prezzi, a maggio sale la benzina, in discesa il GPL e le penne USB

A maggio 2011 a Vicenza sale rispetto al mese precedente il prezzo delle camere d'albergo (+7,2%), degli accappatoi (+5,7%) e dei piselli surgelati (+3,7%). Costano meno la carne equina (-5,6%), il GPL (-1,5%) e le memorie rimovibili per Pc (-5,9%)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

Rilevazione dei prezzi di maggio 2011

Si trasmette di seguito la relazione della Commissione Prezzi per il mese di maggio 2011.

Nel settore dei beni alimentari, risultano in aumento il pane da toast e la merenda preconfezionata, la crema da spalmare al cacao e le patatine, le uova, le prugne secche, i legumi secchi, i pomodori pelati, il sale, la grappa e la birra estera. Risultano in aumento anche alcune verdure e pesci surgelati. Per quanto riguarda le carni, risulta in aumento la carne suina, mentre è in calo la carne equina e tra i formaggi, risultano in aumento il Parmigiano Reggiano, il groviera, il gorgonzola ed il fior di latte, mentre risultano in calo le sottilette. Altri prodotti in diminuzione sono la pasta base per pizze o dolci, le noci, la maionese, l’aceto, gli omogeneizzati di carne ed il tè in bottiglia.

Nel settore dei beni e servizi vari, risultano in aumento alcuni prodotti e servizi per la casa, i fiori, il termometro, il sapone liquido, il lucido per scarpe e l’accappatoio. Altri prodotti in aumento sono il pollo allo spiedo, l’assicurazione auto e la toilette per cani. Continua ad aumentare il prezzo dell’oro, mentre per quanto riguarda i carburanti, il prezzo della benzina è in salita, quelli di gasolio e GPL sono in discesa. I prezzi delle camere d’albergo risultano in aumento, oltre che per l’avvicinarsi dell’alta stagione, anche per lo svolgimento della fiera dell’oro, mentre i prezzi delle calzature risultano in aumento per l’uscita delle nuove collezioni estive. Pochi sono i prodotti che registrano cali di prezzo: la pirofila da forno, alcuni medicinali da banco, la memoria rimovibile per PC, il passeggino ed alcuni prodotti per l’igiene personale.

Tra i prodotti rilevati a cadenza bimensile, i prodotti ittici registrano un leggero aumento, ad eccezione di molluschi e crostacei. Anche i prodotti ortofrutticoli registrano una tendenza all’aumento, più marcatamente nella frutta.

La rilevazione dei prezzi al minuto si realizza con le seguenti modalità:
· Paniere locale definito dall’Istat, con individuazione del prodotto maggiormente venduto nel singolo punto vendita;
· Punti vendita individuati secondo il piano di campionamento approvato dalla Commissione di controllo e strutturato sia secondo le caratteristiche dei punti vendita, che in base alla distribuzione territoriale;
· numero di prodotti rilevati: 517 a cadenza mensile e 116 a cadenza bimensile;
· numero di punti vendita: 401;
· numero di quotazioni: 3104 per prodotti a cadenza mensile, 893 per prodotti a cadenza bimensile, 13 per le tariffe di acqua potabile e gas, auto pubblica, 100 abitazioni per la rilevazione degli affitti.
· Per ogni prodotto rilevato vengono considerati: descrizione del prodotto , marca, varietà, grammatura o numero pezzi; in caso di cambio di marca o varietà si procede a ribasamento del singolo prezzo per consentire la confrontabilità; il cambio di grammatura o pezzatura non comporta ribasamento in quanto i valori sono già standardizzati per peso o pezzatura prestabiliti.

Al fine di dare indicazioni sui prodotti che hanno subìto nel mese corrente le maggiori variazioni di prezzo si riportano di seguito solo le variazioni di prezzo effettivo a parità di prodotto che superano l’1% rispetto al mese precedente.

Torna su
VicenzaToday è in caricamento