Viale della Pace: dal 21 al 26 maggio, in orario notturno, lavori di riasfaltatura

Il cantiere interessa il tratto interessato dall'intervento di realizzazione della pista ciclabile

Da lunedì 21 a sabato 26 maggio saranno eseguiti i lavori di riasfaltatura di viale della Pace nel tratto interessato dall'intervento di realizzazione della pista ciclabile, ovvero dall'incrocio con via Bortolan fino all'intersezione con via delle Casermette. Considerata l'importanza dell'asse viario, l'intervento - che comporterà la chiusura completa al transito di entrambe le direzioni - si svolgerà esclusivamente in orario serale/notturno (dalle 20 alle 5.30) e sarà suddiviso in due fasi, al fine di garantire sempre la migliore accessibilità al quartiere di San Pio X. Durante le due fasi, nei tratti interessati dai lavori sarà inoltre istituito il divieto di sosta con rimozione.

Prima fase

Nella prima fase dei lavori - dalle 20 di lunedì 21 alle 5.30 di martedì 22 maggio e dalle 20 di martedì 22 alle 5.30 di mercoledì 23 maggio - si interverrà nel tratto compreso tra via Bortolan e via Fabiani, compresa l'area di intersezione semaforizzata. L'accesso al quartiere di San Pio X, con provenienza dal centro città, potrà avvenire attraverso via Calvi; per i veicoli provenienti da est sarà possibile accedere attraverso via Niccolò Vicentino. Sarà sempre possibile raggiungere il quartiere da nord, attraverso strada di Bertesina e via Dalla Scola. La direttrice dal centro città verso est, e viceversa, sarà garantita attraverso viale Aldo Moro o attraverso via Martiri delle Foibe, con deviazione primaria posta alla rotatoria con via Vittime Civili di Guerra. Durante questa fase verrà chiuso l'incrocio tra viale della Pace e via Fabiani; quest'ultima sarà comunque sempre percorribile, dal quartiere di San Pio X, fino all'intersezione semaforica. I residenti nel tratto di viale della Pace compreso tra via Bortolan e via Fabiani, nonché quelli in via Ferreri potranno sempre transitare, compatibilmente alle esigenze del cantiere.

Seconda fase

Nella seconda fase - dal 23 al 26 maggio, dalle 20 alle 5.30 - i lavori interesseranno il tratto compreso tra via Fabiani (esclusa l'intersezione semaforizzata) e via delle Casermette. L'accesso al quartiere di San Pio X, con provenienza dal centro città, sarà possibile attraverso via Fabiani, con obbligo di svolta a sinistra sulla stessa per i veicoli che provengono dal cavalcaferrovia di via G.G. Trissino. In uscita dal quartiere di San Pio X attraverso via Fabiani, sarà istituita direzione obbligatoria a destra all'intersezione con viale della Pace. Resta garantito l'accesso da nord (strada di Bertesina e via Dalla Scola), mentre per i veicoli provenienti da est (Stanga) con direzione verso centro città, la chiusura totale e la conseguente deviazione avverrà alla rotatoria con via Vittime Civili di Guerra, con itinerario poi su via Martiri delle Foibe. Sarà sempre disponibile l'itinerario da e per il centro storico rappresentato da strada di Bertesina e viale Aldo Moro.

Ai residenti del tratto di viale della Pace compreso tra via Fabiani e via delle Casermette, nonché ai residenti delle laterali di viale della Pace a fondo cieco (via Pittoni, Molon, Marinali, Boldrini e tratto nord di strada del Megiaro) sarà sempre consentito il transito, compatibilmente alle esigenze del cantiere. In questa seconda fase dei lavori, in corrispondenza del tratto tra via Fabiani e via Molon, sarà realizzata anche una piattaforma rialzata per connettere pedonalmente la nuova area di sosta con il fronte dei negozi e la pista ciclopedonale. A partire dalle 20 di ciascuna notte di lavoro, le linee 1 e 7 del trasporto pubblico locale subiranno variazioni di percorso e conseguente soppressione temporanea di alcune fermate.

Tutte le informazioni sul Trasporto Pubblico Locale sono disponibili su http://www.svt.vi.it/.

Per tutte le informazioni sulla situazione della rete viaria in città è possibile consultare gratuitamente il servizio di infomobilità Luceverde Vicenza al link http://vicenza.luceverde.it/.

Lavori

Con questo intervento si avviano a conclusione i lavori di realizzazione della pista ciclabile da via Zamenhof a viale della Pace, progettata con la consulenza dello studio NetMobility di Verona nell'ambito del finanziamento ricevuto dalla Regione per il Piano Nazionale Sicurezza Stradale, nonché di riqualificazione dello stesso viale della Pace. I lavori sono stati avviati successivamente all'apertura del prolungamento di via Martiri delle Foibe, ad oggi asse viario alternativo a viale della Pace ancora sottoutilizzato e per il quale a breve sarà collocata una nuova segnaletica di indirizzamento. Oltre all'inserimento della pista ciclabile lungo uno dei più trafficati assi viari della città, ove si sono verificati anche incidenti con esiti mortali che hanno visto coinvolti pedoni e ciclisti, l'intervento ha consentito la sostituzione di tutti gli impianti dell'illuminazione pubblica nonché l'introduzione di passaggi pedonali illuminati.

La riqualificazione ha riguardato anche le fermate del trasporto pubblico locale, con l'abbattimento delle barriere architettoniche e l'inserimento dei percorsi tattili per i non vedenti e gli ipovedenti. Nel tratto da via Bortolan verso il centro città, la pista ciclabile e l'intervento di riqualificazione proseguiranno a cura dell'operatore privato che sta già intervenendo all'interno dell'area "ex ENEL", con la previsione dell'inserimento di una rotatoria. Nel tratto di pista ciclabile, già completato lo scorso anno, su strada della Caimpenta, di collegamento verso via Zamenhof e l'Housing Area USA, verrà a breve installato un impianto di illuminazione, al fine di garantire maggiore sicurezza e confort al transito di pedoni e ciclisti.

La sezione di viale della Pace prima dell'intervento, mediamente tra i 9 e gli 11 metri con ampi tratti di banchina in proprietà privata, non ha mai permesso di avere una doppia corsia per senso di marcia con le dimensioni prescritte dal Codice della Strada (almeno 13 metri netti per ciascuna direzione di marcia). L'utilizzo, non normato, della sezione stradale anche per procedere a marcia parallela non rispondeva quindi alle condizioni minime di sicurezza richieste dal Codice della Strada ed era fonte di grave pericolo per pedoni e ciclisti, oggi messi in sicurezza. È stato pertanto possibile procedere alla realizzazione della pista ciclabile bidirezionale, garantendo sempre le dimensioni minime da Codice della Strada, pari a 2,50 metri a cui si affianca il marciapiede esistente di 1,50 metri. La dotazione di sosta, nell'area più prossima all'intersezione semaforizzata con via Fabiani, ha visto la realizzazione di un ampio parcheggio a servizio del supermercato ma anche con una aliquota di sosta a destinazione pubblica. La realizzazione di una piattaforma rialzata consentirà una migliore connessione pedonale tra l'area di sosta ed il fronte dei negozi, con accesso alla nuova pista ciclabile.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni Europee, i primi risultati nel Vicentino: Lega al 46%

  • Politica

    Affluenza Elezioni Comunali: i dati finali

  • Cronaca

    Montascale per disabili rotto: «Costretta a votare sopra a un bidone delle immondizie»

  • Incidenti stradali

    L'appello su Facebook per trovare il pirata: «Mi è venuto addosso ed è scappato senza fermarsi»

I più letti della settimana

  • Incidente in Autostrada: chilometri di coda

  • Malore fatale alla guida: muore un 50enne

  • Auto piomba nella pasticceria, tragedia sfiorata

  • Nuova tragedia sul "ponte dei suicidi"

  • Adottato da una coppia vicentina il neonato abbandonato a Rosolina

  • Affluenza Elezioni Comunali: i dati finali

Torna su
VicenzaToday è in caricamento