Caos treni: soppressione del Venezia-Roma, rincaro Regionali e sciopero

Giorni caldissimi lungo i binari veneti. L'annuncio della cancellazione della corsa delle 6 del mattino fino alla capitale, il rincaro dei biglitti locali circa del 2% e uno sciopero in programma per venerdì hanno messo in subbiglio l'utenza

C'è uno sciopero a conclusione di una settimana che si profila ad alto tasso di polemica per quanto riguarda il trasporto ferroviario. Le segreterie regionali Veneto dei sindacati FILT-FIT-UILT-UGL-FAST hanno infatti proclamato uno sciopero del personale Trenitalia del Veneto, dalle 9.00 alle 17.00 di venerdì 18 gennaio.

Non solo: il 2019 è cominciato con un rincaro medio del 2% per le tratte locali, quelle utilizzate dai pendolari, che continuano, però, a lamentare una scarsa qualità ed efficienza del servizio. Un'opinione confermata dal rapporto Pendolaria di Legambiente, che evidenzia la scarsità di corse e la mancanza di investimenti.

PENDOLARIA 2019

Infine è stata oggetto di un'interrogazione parlamentare, a firma Sbrollini-Ferrazza, del PD, la cancellazione della corsa “Freccia Rossa no-stop” Venezia-Roma delle ore 6.06, con arrivo a Roma Termini alle ore 9.30, considerata strategica per chi deve recarsi nella capitale e rientrare in giornata. 

Ecco il testo: 

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli


Premesso che
il 10 dicembre 2018 contestualmente all’entrata in vigore del nuovo orario di Trenitalia è stata soppressa la corsa “Freccia Rossa no-stop” Venezia-Roma delle ore 6.06, con arrivo a Roma Termini alle ore 9.30. Il treno super veloce (con ripartenza da Termini alle 17.30), non prevedeva alcuna sosta nelle stazioni intermedie, comprese Bologna Centrale e Firenze Santa Maria Novella ed era sempre pieno di clienti;
in luogo della Freccia Rossa no-stop e super veloce è stata prevista una corsa della Freccia Argento, peraltro a capienza inferiore, che parte da Venezia alle 6.25 e che arriva a Roma alle 10.10, facendo tappa nelle stazioni di Bologna e di Firenze. Oltre alla ritardata partenza si incrementa significativamente il tempo di percorrenza
Considerato che
il treno “Freccia Rossa no-stop” Venezia-Roma ha sempre rappresentato un utile e necessario servizio per quanti hanno la necessità di raggiungere Roma nella prima mattinata.
ancora non è stata progettato e realizzato il tratto ad alta velocità Padova Bologna che risulta essere l’unico nel tratto Trieste - Salerno e Torino - Salerno a non avere questa caratteristica;
 
Si interroga il Governo Per sapere se
intende assumere l’iniziativa per il ripristino della corsa Freccia Rossa no-stop delle ore 6.06 da Venezia e delle 17.30 da Roma e se intende attivarsi per realizzare la rete alta velocità nella tratta Padova - Bologna.
Andrea Ferrazzi, Daniela Sbrollini

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Vicenza usa la nostra Partner App gratuita !

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento