Scatta l'obbligo delle gomme invernali: dove e quando

In caso di inosservanza gli organi di polizia stradale possono applicare una sanzione pecuniaria da 80 a 318 euro, nell'importo minimo ridotta a 58 euro se viene pagata entro cinque giorni dalla contestazione

Immagine di archivio (Today)

Scatta domani, 15 novembre, il generico obbligo per tutti gli autoveicoli a motore di circolare con pneumatici invernali o di avere a bordo le catene in tutte quelle strade in cui tale previsione è segnalata con cartelli o è prevista da ordinanze degli enti responsabili. Si tratta di circa il 30% della rete viaria italiana. Tale indicazione rimarrà in vigore sino al 15 aprile.

Le sanzioni

In caso di inosservanza gli organi di polizia stradale possono applicare una sanzione pecuniaria da 80 a 318 euro, nell'importo minimo ridotta a 58 euro se viene pagata entro cinque giorni dalla contestazione. Può inoltre essere intimato all'automobilista di arrestare il veicolo sino all'adozione di uno dei due dispositivi prescritti.

Quella prevista dalla Direttiva del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti del 16 gennaio 2013 non è una norma in vigore ovunque ma solo su determinate arterie. Anche le date sono indicative, in quanto gli enti responsabili della strada possono prevedere nelle proprie ordinanze periodi differenti. E' il caso di ricordare che ove previsto l'obbligo permane anche se c'è il sole e con temperature primaverili o addirittura estive.

Quali scegliere

Sono considerate invernali o winter o termiche che dir si voglia le coperture marchiate M+S, oppure MS, M-S, M&S e gli pneumatici idonei per l'impiego su strada e fuori strada contraddistinti dalla marcatura MST. L'eventuale disegno sul fianco del fiocco di neve o della montagna rappresentano indicazioni supplementari che devono essere accompagnate dalla suddetta indicazione. Per quello che riguarda le misure delle gomme da montare queste devono corrispondere a quanto indicato nella carta di circolazione. Unica eccezione ammessa riguarda il Codice della Velocità. Nel solo periodo invernale è, infatti, permesso l'utilizzo di coperture con codice inferiore a quello prescritto a libretto. Al riguardo la circolare 103/95 del 27 maggio 2016 prevede che ''devono essere marcati con un simbolo della categoria di velocità non inferiore a M (corrispondente a 130 Km/h). In tal caso il conducente, come norma di comportamento, deve rispettare i limiti più restrittivi eventualmente imposti dalla velocità massima ammessa'' per lo pneumatico. Bisogna sottolineare che è comunque possibile continuare a circolare praticamente ovunque con gomme estive ma per poterlo fare anche dove vi sono restrizioni stagionali è necessario avere le catene a bordo o mezzi antisdrucciolevoli parificati (le cosiddette ''calze'' non vanno bene, a meno che siano omologate UNI 11313 oppure On V5117) e che queste devono essere in condizioni utilizzabili e, soprattutto, della misura corretta perché vi sono situazioni in cui all'automobilista può essere imposto il montaggio.

Con le gomme invernali, quindi, da oggi sino al 15 aprile si viaggia sereni e ovunque, senza preoccupazioni per improvvise nevicate o per le ordinanze a macchia di leopardo, che sono comunque indicate sui siti del ministero dell'Interno, della Polizia di Stato e su quello dedicato di Assogomma, www.pneumaticisottocontrollo.it.

Dove in Veneto

Potrebbe interessarti

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Drunken Duck, post shock: "Accuse pesanti"

  • Scopri i top 4 agriturismo per l'estate a Vicenza: freschi, per bambini, con buona cucina

  • Drunken Duck: ecco l'accusa

I più letti della settimana

  • Inferno in A4: schianto tra 4 tir, un morto

  • Tragedia all'alba: 17enne trovata senza vita dai genitori

  • Incidente tra Tir in A4, un ferito incastrato nel camion: chilometri di coda

  • Incidente mortale in Friuli: vicentino perde la vita

  • Caldo, caldissimo... Estremamente caldo

  • Malore fatale in bici: ciclista perde la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento