Popolare di Vicenza, al via i pagamenti per chi è rimasto

Da mercoledì 19 verranno distribuiti 192,8 milioni di euro, dopo adesioni da 66.770 azionisti (71,9%), portatori del 68,7% delle azioni comprese nell'Offerta di Transazione. L'8 maggio parte il fondo per i soci condizioni disagiate

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza, riunitosi martedì, ha deciso di porre  in pagamento il 19 aprile prossimo la somma di 9 euro per azione spettante agli azionisti che abbiano aderito all'Offerta, rinunciando alla condizione sospensiva rappresentata dal raggiungimento della soglia dell’80% delle azioni comprese nel perimetro dell’Offerta. Lo riferisce lo stesso isitutito di credito in una nota stampa. 

"Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza ringrazia le decine di migliaia di azionisti che hanno dimostrato di dar fiducia alla Banca, per accompagnarla nel percorso di ristrutturazione in corso e rinnova il proprio sostegno ai territori e alle comunità in cui la Banca opera - prosegue la nota - L'Offerta di Transazione, rivolta a larga parte della base sociale della Banca (circa 94.000 azionisti) e avviata lo scorso 10 gennaio 2017, si era conclusa alle ore 13.30 del 28 marzo 2017, in seguito alla proroga del termine per aderire, inizialmente fissato al 22 marzo 2017".

"All'Offerta hanno aderito 66.770 azionisti (pari al 71,9% del totale), portatori del 68,7% delle azioni comprese nel perimetro della stessa. Al netto delle posizioni irrintracciabili e di quelle già oggetto di specifica analisi, la percentuale degli azionisti aderenti è pari al 72,9%, corrispondenti al 70,4% delle azioni BPVi rientranti nel perimetro dell’Offerta di Transazione.

La somma totale spettante agli azionisti, pari a 192,8 milioni di euro, verrà erogata il 19 aprile 2017. Saranno altresì attivate le esclusive condizioni commerciali riservate a quanti hanno aderito all’Offerta, descritte nel Regolamento dell’Offerta e nei rispettivi Fogli Informativi; il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza auspica un’ampia adesione a tale iniziativa, a testimonianza degli stretti rapporti con la vita economica dei territori in cui la Banca opera. 

A seguito dell’esito positivo dell’Offerta di Transazione, a partire dall’8 maggio 2017 si potrà richiedere di aderire all’“Iniziativa Welfare” con la quale la Banca mette a disposizione degli azionisti in condizioni disagiate un fondo per complessivi 30 milioni di euro. Il fondo è un gesto concreto verso le situazioni di impoverimento e grave disagio sociale riguardanti numerosi azionisti risparmiatori della Banca Popolare di Vicenza e mira a ricostruire la fiducia nella Banca. La richiesta di adesione all’Iniziativa Welfare potrà essere presentata dall’8 maggio 2017 fino al 7 luglio 2017; i termini e le condizioni per aderire sono indicati nel Regolamento dell’Iniziativa Welfare, disponibile sui siti web e presso le filiali delle banche del Gruppo.

Si ricorda infine che gli effetti economico-patrimoniali dell’Offerta di Transazione e dell’Iniziativa Welfare sono già stati recepiti nel progetto di Bilancio al 31 dicembre 2016".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Trovata morta in casa, Fabiola stroncata da un'intossicazione acuta

  • Strage di Kitzbühel, tra le vittime il portiere Florian Janny: mondo dell'hockey sotto shock

  • "Ciao Antonio", il liceo Fogazzaro piange l'amato prof. Busolo Cerin

  • Malore andando a funghi: muore a 57 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento