Mollificio Cappeller, 50 anni di attività: "Impresa locale e globale, attenta al welfare territoriale"

Con 195 occupati, un fatturato di circa 30 milioni di euro e forte predisposizione all’internazionalizzazione e all’alleanza competitiva, l’azienda sta puntando anche alla diversificazione del prodotto

L’assessore regionale al lavoro, all’istruzione e alla formazione Elena Donazzan visitato lo storico ‘Mollificio Cappeller’, che nel 2019 ha festeggiato i suoi primi 50 anni di attività. Dopo un passaggio generazionale compiuto nel 2017, alla guida della ‘Cappeller’ ci sono ora i fratelli Alessandro e Ilenia. Con 195 occupati, un fatturato di circa 30 milioni di euro e forte predisposizione all’internazionalizzazione e all’alleanza competitiva, l’azienda di Cartigliano sta puntando anche alla diversificazione del prodotto.

“Ho incontrato un’azienda dalla grande storia, saldamente in mano a due quarantenni molto proiettati all’internazionalizzazione, ma altrettanto radicati e locali nel comprendere che il futuro di Cappeller è strettamente legato al futuro del territorio”, ha affermato l’assessore Donazzan.

Durante la visita dello stabilimento, leader nella produzione di molle di tutti i tipi e di tutte le dimensioni, affermato in particolare nell’automotive, l’assessore ha incontrato anche i due rappresenti delle RSU, Mirka Meneghetti Mirka e Elio Fantinato, entrambi in azienda da oltre vent’anni.

Nell’incontro si è parlato anche dei problemi della denatalità nei comuni dove insiste l’azienda, della necessità di formare genitori più consapevoli che un progetto di vita per i propri figli passa anche attraverso la giusta scelta della scuola, e del coinvolgimento delle imprese che insistono in un determinato territorio - in questo caso Cartigliano - affinché collaborino tra di loro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non finisce mai di stupirmi l’intelligenza e la sensibilità degli imprenditori veneti – commenta Donazzan - i Cappeller si interrogano non solo sul fatturato dell’azienda, ma su un’idea di welfare del territorio che , grazie al dialogo proficuo con dipendenti e territorio, a Cartigliano non è un’idea da manuale ma potrà diventare una concreta opportunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Emergenza Covid-19: 8509 positivi in Veneto, altri 57 casi a Vicenza e tre decessi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento