Mamme no Pfas a Palazzo Chigi: "Abbiamo chiesto Stato di Emergenza"

Nei giorni scorsi il comitato ha incontrato alcuni esponenti del Governo Gentiloni: "Hanno promesso una risposta entro una settimana"

Nei giorni scorsi il comitato "Mamme No-Pfas" ha incontrato a Palazzo Chigi due collaboratori del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni: Gabriele De Giorgi e Lura Tempestini: "Abbiamo esposto la nostra situazione portando le nostre esperienze personali riguardo il problema dell’inquinamento PFAS  e abbiamo chiesto che il Governo prenda finalmente posizione con azioni concrete". 

Le mamme hanno chiesto lo stato di emergenza e il danno ambientale "vista l’evidenza di questo grave inquinamento che ha compromesso la seconda falda più grande d’Europa", oltre allo sblocco degli 80 milioni per l’allacciamento a fonti pulite. Inoltre il comitato ha ricordato "l’importanza di porre dei limiti a livello nazionale per queste sostanze così pericolose".

La delegazione ha consegnato ai rappresentanti del Governo diversi documenti tra cui gli ultimi referti sulla presenza delle sostanze nel sangue dei giovanissimi. "L’incontro è stato sicuramente positivo - ha dichiarato l'associazione - abbiamo riscontrato da parte della Presidenza una certa disponibilità all’ascolto, hanno capito la grave situazione in cui versiamo e hanno promesso di dare una risposta entro una settimana". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento