Lavoro, Donazzan: "Riprendono le assunzioni grazie all'export ma giovani fragili"

Presentato il report di Veneto Lavoro sull'andamento occupazionale nel primo semestre 2011. Si evidenziano segnali di uscita dalla crisi, con una significativa ripresa dell'export e diminuisce leggermente il tasso di disoccupazione

“Riprendono le assunzioni grazie all’export ed ai settori strategici”. Lo sottolinea Elena Donazzan, assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, nel corso della presentazione del report di Veneto Lavoro sull’andamento occupazionale nel primo semestre 2011, tenutasi  nella sede della Marly’s Confezioni s.p.a. ad Arzignano, in provincia di Vicenza.

“Dobbiamo riprogrammare le politiche pubbliche – ha aggiunto Donazzan – a partire da un approccio integrato delle politiche regionali per favorire i “campioni” della ripresa. Si tratta di settori che stanno dando i primi significativi risultati, e tra questi la valorizzazione del made in Italy, e di aziende che hanno saputo intercettare nuovi mercati, investendo nelle risorse umane, nell’innovazione e nell’approccio commerciale”.

“Fare la conferenza stampa in un’azienda con queste caratteristiche e non in un classico luogo istituzionale – ha detto ancora Donazzan – vuole essere un segnale importante e la testimonianza della volontà di un mondo politico che vuole essere anche fisicamente vicino al mondo del lavoro, per condividerne la capacità di capire ed intercettare i fenomeni del cambiamento”.

“Dai dati emerge che anche nella nostra regione, pur se in misura minore rispetto al dato nazionale, esiste una fragilità che riguarda il lavoro dei giovani – ha continuato l’assessore – ai quali non dobbiamo dare illusorie garanzie ma concrete opportunità. E’ una priorità –ha concluso l’assessore – sulla quale andranno riprogrammate le risorse e le scelte dell’amministrazione regionale.

Nel mercato del lavoro si arresta la caduta. Lo scenario descritto nel report di Veneto Lavoro evidenzia segnali di uscita dalla crisi, con una significativa ripresa dell’export che supporta la crescita e con un andamento della crescita complessiva che rimane basso.dell’occupazione e diminuisce leggermente il tasso di disoccupazione, mentre ripartono le assunzioni nei settori votati all’export. Ma aumenta anche il flusso dei licenziamenti collettivi, mentre calano i licenziamenti individuali. Infine, si registrano deboli opportunità per i giovani per una buona occupazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento