Sanpellegrino risponde a Variati garantendo “continuità occupazionale e sviluppo”

La mobilitazione della Provincia e dei sindaci vicentini in difesa dello stabilimento e degli storici marchi legati al territorio di Recoaro sta sortendo effetti

Martedì sera il presidente Achille Variati ha ricevuto una lettera a firma del presidente e amministratore delegato del gruppo Sanpellegrino Stefano Agostini il quale apprezza il giusto orgoglio di una popolazione per un sito produttivo che si intreccia con la storia e le tradizioni locali, tanto da produrre una elevata professionalità lavorativa.

Per questo, evidenzia il presidente Agostini, l'intento è di individuare un acquirente che, oltre alla necessaria solidità
finanziaria e competenza nel settore, risponda anche ai due parametri fondamentali: la continuità occupazionale e lo sviluppo dello stabilimento e del territorio.

La Sanpellegrino, in conclusione, sta "lavorando affinché vengano garantite, nell’interesse della fabbrica e del territorio, le condizioni per lo sviluppo della competitività e della produzione di tutti i comparti dello stabilimento di Recoaro, quindi anche di Gingerino e Acqua Brillante che sono, e rimarranno, strategici all’interno del portafoglio prodotti dello stabilimento".

Soddisfatto il presidente Variati, che già nella mattinata di mercoledì ha provveduto ad inoltrare la lettera a tutti i sindaci vicentini, i quali compatti avevano partecipato al corteo del 15 luglio a Recoaro, quale atto di solidarietà al sindaco Ceola e al territorio, e avevano sottoscritto l'accorato appello a cui la Sanpellegrino risponde con questa lettera.

“Stiamo andando nella direzione giusta - afferma Variati - così come è necessario che proceda il tavolo di confronto coordinato dall'assessore regionale Elena Donazzan di cui fanno parte il sindaco di Recoaro e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, perché è fondamentale che le garanzie di occupazione e sviluppo siano a lungo termine.”

Le parole del Presidente del Gruppo Sanpellegrino sono chiare e ci si aspetta che altrettanto chiara sia l'azione che ne conseguirà. “C'è apprezzamento per la nostra gente e la nostra storia - afferma Variati- e sono certo che questo sia il risultato anche di quanto abbiamo fatto noi Sindaci, scesi in piazza tutti assieme per solidarizzare con un collega e un territorio e per dimostrare che sono forti i valori che hanno fatto di Vicenza una potenza industriale ed economica. E per questi valori, in nome di questi valori, siamo tutti pronti a fare la nostra parte.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Vicenza misteriosa: le fiabe sui luoghi segreti

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Fermato al casello con coca e ero nel vano motore: arrestato 32enne

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento