Decreto indennizzo risparmiatori, l'ok della Corte dei conti: "Buon Ferragosto ai truffati"

Il sottosegretario all'economia e finanze Massimo Bitonci (Lega Nord) esprime soddisfazione per il rapido nulla osta al terzo decreto Fir oramai prossimo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

“Il ristoro ai risparmiatori danneggiati dal crack delle banche venete è operativo. Un’altra promessa mantenuta dalla Lega al Governo.” Lo dichiara in una nota Massimo Bitonci, deputato del Carroccio e sottosegretario all'economia e finanze, esprimendo soddisfazione per il rapido nulla osta della Corte dei Conti al terzo decreto Fir (Fondo indennizzo risparmiatori) oramai prossimo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

“Dalla data di pubblicazione - ricorda Bitonci - gli interessati avranno 180 giorni di tempo per presentare la domanda di indennizzo, soltanto in modalità telematica, ed i moduli sono reperibili sul sito della Consap. Gli azionisti avranno un ristoro pari al 30% del valore d’acquisto fino ad un massimo di 100mila euro, agli obbligazionisti un rimborso del 95% fino al medesimo tetto. Abbiamo anche ampliato la platea -prosegue Bitonci escludendo dalla soglia a 100mila euro del patrimonio mobiliare le polizze vita e altri strumenti finanziari e dalla soglia di reddito a 35mila euro nell'anno 2018 le prestazioni di previdenza complementare erogate sotto forma di rendita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • Centro massaggi a luci rosse: blitz della GdF

  • Droga tra giovanissimi: scoperta serra artigianale in casa, in manette due coinquilini

Torna su
VicenzaToday è in caricamento