Cooperative fornivano lavoratori in nero: 1 milione in multe

L'indagine è stata condotta dai Carabinieri del Lavoro e ha portato alla luce una diffusa irregolarità nella fornitura di manodopera. Coivolte 4 cooperative e denunciati 44 imprenditori

Fornivano operai senza essere agenzie interinali, in questo modo riuscivano a pagare meno tasse ed aggirare le norme.

Nel mirino dei Carabinieri del Lavoro sono finite quattro società cooperative che, secondo l'accusa formulata, sarebbero legate tra di loro. Si tratta della "3 elle" di Montecchio Maggiore, della cooperativa "72"  e "Btl Servizi" e "Cometa" di Verona.  I presidenti sono stati denunciati per appalti irregolari e per aver operato come agenzie di lavoro interinale senza la necessaria autorizzazione ministeriale.

In base alla ricostruzione dell'Arma, le ditte operavano prevalentemente nel vicentino e fornivano operai in vari settori produttivi. Le ditte, 44, tutte sanzionate, li utilizzavano come dipendenti veri e propri, senza ottemperare agli obblighi fiscali, che rimanevano a carico (agevolato) delle cooperative. A rimetterci i lavoratori, che svolgevano mansioni da operaio regolare mentre la busta paga e le garanzie erano quelle tipiche dei contratti interinali, cioè inferiori.

In totale è stato comminato un milione di euro in multe.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento