Acque del Chiampo spa: sindaci votano uniti il nuovo Consiglio di Amministrazione

Renzo Marcigaglia, imprenditore edile, sarà il nuovo presidente e legale rappresentante  

Nella giornata di venerdì, l'Assemblea dei Sindaci soci ha votato il Nuovo Consiglio di Amministrazione dell'Ente Pubblico Acque del Chiampo Spa: parere positivo di 8 sindaci su 9 (astenuto Montorso, assente Lonigo). Nomine che si sono rese necessarie dopo le dimissioni "in massa" dei consiglieri e la conseguente caduta del Cda

"Soddisfatta per l'ampia condivisione tra sindaci che ringrazio per l'unità dimostrata - ha dichiarato il sindaco di Arzignano Alessia Bevilacqua - Un cda con esperienza e forte impronta imprenditoriale. Al CDA abbiamo dato diversi obiettivi nell'interesse dei cittadini e delle aziende".

Il nuovo consiglio di Amministrazione sarà in carica 3 anni. Presidente e legale rappresentante è Renzo Marcigaglia, imprenditore edile, vice presidente Guglielmo Dal Ceredo, agente di commercio, consigliere Luca Pretto, imprenditore conciario - settore automotive, consigliere Marzia Fochesato, imprenditrice conciaria - settore pelletteria, consigliere: Santina Volpato, imprenditrice settore gioielli. 

"Il nuovo Cda è stato pensato per avere esperienza e una forte impronta imprenditoriale - ha dichiarato il sindaco  della città del Grigo - Importante inoltre la presenza di un rappresentante (Santina Volpato) dei comuni in zona rossa Pfas. Inoltre, in questi momenti difficili causati dall'emergenza coronavirus, ho voluto dare un forte segnale di vicinanza al settore conciario, accogliendo la loro richiesta di inserire due esponenti del settore, nomi pensati per rappresentare due diverse realtà produttive: quello dell'automotive e quello della pelletteria. Ritengo che ci siano tutte le condizioni per lavorare con efficacia e concretezza nell'interesse dei cittadini e dell'industria".

"Al nuovo CDA - sottolinea - sono state affidate delle importanti Linee Guida di indirizzo amministrativo, che noi sindaci reputiamo fondamentali: massima attenzione alla soluzione Pfas zero a tutela della comunità, studio di un sistema per la riduzione delle bollette dell'acqua ai cittadini, attuare soluzione fanghi conciari, ovviamente nel rispetto dell'ubicazione impianto FUORI dall'Ovest Vicentino, contenimento delle spese di rappresentanza e delle spese legali, revisione regolamenti per contributi e sponsorizzaizioni, rimodulazione dei limiti di scarico industriali, compatibilmente con il bilancio, distribuzione di parte dell’utile ai comuni soci, costante aggiornamento con i sindaci soci e con la consulta degli utenti industriali e revisione dello Statuto Sociale, in particolare su: nomine e revoche, trasparenza e semplificazione"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ringrazio i sindaci per la fiducia accordata al nuovo CDA - ha dichiarato il neo presidente - Massimo sarà l'impegno per seguire le linee guida che ci sono state affidate dai Comuni Soci. Con il nuovo CDA lavoreremo fin da subito ricordandoci sempre che Acque del Chiampo è una società pubblica. Il nostro compito sarà operare sempre nell'interesse dei cittadini e delle aziende."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

Torna su
VicenzaToday è in caricamento