Il primo vino Doc Bio d'Europa nasce a Maglio di Sopra

Il governatore Luca Zaia, esprime la sua ammirazione e i suoi complimenti per il progetto, portato avanti all’Azienda Vinicola Masari di Maglio di Sopra, in provincia di Vicenza

Arianna Tessaro e Massimo Dal Lago (foto Masari.it)

“Il progetto di questi due giovani si proietta in quello che dovrà essere il futuro dell’agricoltura. Bravi e lungimiranti. La Regione è al loro fianco per accompagnarli in ogni forma possibile verso la realizzazione del loro sogno”.

Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, esprime la sua ammirazione e i suoi complimenti per il progetto, portato avanti all’Azienda Vinicola Masari di Maglio di Sopra, in provincia di Vicenza, dove sta per nascere il primo vino Doc Bio d’Europa.

“I protagonisti, Massimo Dal Lago e Arianna Tessari – aggiunge Zaia – hanno compiuto una scelta strategica, molto difficile, ma che costituisce il futuro del settore”. “Ho avuto modo di vedere di persona il vigneto in questione – dice Zaia – ed è davvero un esempio di scuola, ma anche di passione. Mi auguro, e la Regione è e resta a disposizione di Massimo e Arianna con l’assistenza tecnica necessaria, che al più presto si possa arrivare anche all’approvazione governativa come biodistretto”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Padova Venezia, ancora rischi nell’area di servizio killer

  • Sport

    Monza - LR Vicenza: il pre partita

  • Cronaca

    Il business dell'immigrazione: Esame di Italiano per la Cittadinanza con mazzetta

  • Economia

    Risarcimenti ai risparmiatori truffati: «La farsa dello scaricabarile»

I più letti della settimana

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Crolla il tetto delle poste: tragedia sfiorata

  • Finisce contro guard rail per evitare carrello vagante: è gravissimo

  • Tragedia sul lavoro: operaio trovato morto dal collega

  • Addio, amico Gianni

  • Si schianta contro un albero: pensionato gravissimo

Torna su
VicenzaToday è in caricamento