Grappe, Alambicco d'oro a due distillerie vicentine

Le tre medaglie Gold assegnate alla produzione ‘spiritosa’ veneta sono andati alla Distilleria Zanin di Zugliano, (categoria grappe giovani), Distilleria Fratelli Brunello di Montegalda (categoria grappe giovani aromatiche) e Distilleria Da Ponte, Conegliano (categoria acquaviti aromatiche invecchiate)

Cinque medaglie ‘spiritose’, fra cui tre Gold, per la produzione di grappa e acquaviti in arrivo dal Veneto. I riconoscimenti sono stati assegnati nell’ambito del 34esimo Premio Alambicco d’Oro promosso dall’associazione Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti, che ha visto l’assegnazione complessiva di ventitre medaglie. Le tre medaglie Gold assegnate alla produzione ‘spiritosa’ veneta sono andati alla Distilleria Zanin di Zugliano, (categoria grappe giovani), Distilleria Fratelli Brunello di Montegalda (categoria grappe giovani aromatiche) e Distilleria Da Ponte, Conegliano (categoria acquaviti aromatiche invecchiate), mentre quelle Silver sono andate a Distilleria Da Ponte (grappe invecchiate) e Distilleria Bottega di Bibano, Godega di Sant'Urbano (grappe invecchiate aromatiche).

Ventitre medaglie ‘spiritose’. Il concorso Anag ha visto l’assegnazione complessiva di ventitre medaglie ‘spiritose’, di cui 8 Gold e 15 Silver, per altrettante grappe e acquaviti in arrivo da regioni diverse dell’Italia. A queste si sono uniti i due Premi speciali assegnati alla distilleria che ha ottenuto il maggior punteggio sommando le medaglie vinte e alla bottiglia giudicata più bella per etichetta e forma con il premio design 'Il vestito della grappa'. Il concorso ‘spiritoso’, che conta sul patrocinio di Istituto Nazionale Grappa, Associazione Donne della Grappa e Camera di commercio di Asti, si è confermato anche un’occasione per valorizzare il distillato di bandiera e una produzione ‘spiritosa’ 100 per cento ‘made in Italy’ capace di esaltare, con i suoi aromi e profumi, la passione per l’antica arte distillatoria, tramandata di generazione in generazione. Una passione, quella ‘spiritosa’, che anima i produttori e li rende sempre più attenti a coniugare tradizione e innovazione, puntando a conquistare nuovi consumatori attraverso una crescente attenzione alla presentazione del prodotto, a partire dal packaging, e a una ‘cultura del buon bere consapevole’, obiettivo primario anche per Anag.

Partecipanti e vincitori ‘spiritosi’. I 23 prodotti premiati sono stati selezionati fra oltre 120 prodotti in gara per le 9 categorie previste dal Premio: grappe giovani o aromatiche; grappe giovani o aromatiche che hanno subìto permanenza in legno; grappe aromatizzate; acquaviti d’uva giovani o aromatiche; acquaviti d’uva giovani o aromatiche che hanno subìto permanenza in legno. I risultati completi sono disponibili sul sito di Anag, www.anag.it, dove è possibile scaricare un e-book con le descrizioni sensoriali dei prodotti vincitori.

Le medaglie Gold e Silver. Le medaglie Gold sono state 8, con 2 grappe giovani in arrivo da Trentino e Veneto; 1 grappa giovane aromatica dal Veneto; 3 grappe invecchiate da Piemonte, Trentino e Marche; 1 grappa invecchiata aromatica dal Piemonte e 1 acquavite aromatica invecchiata dal Veneto. Le 15 medaglie Silver, invece, sono andate a 5 grappe giovani prodotte in Liguria, Piemonte e Friuli Venezia Giulia; 2 grappe giovani aromatiche in arrivo dal Trentino; 5 grappe invecchiate espressione della produzione ‘spiritosa’ in Piemonte, Trentino e Veneto; 1 grappa invecchiata aromatica dal Veneto; 1 acquavite giovane friulana; 1 acquavite giovane aromatica piemontese. Risultati che vedono in testa, nei medaglieri regionali, il Trentino con 7 medaglie, di cui 2 Gold, seguito dal Piemonte con 6 medaglie, di cui 2 Gold; Veneto con 5 medaglie, di cui 3 Gold; Friuli Venezia Giulia con 2 medaglie; Marche, con 1 medaglia Gold, e Liguria, con 1 medaglia.

I due Premi speciali. Il Premio speciale riservato alla distilleria con il maggiore punteggio per le medaglie vinte è andato alla Distilleria Sibona(Piemonte), che ha conquistato una medaglia Gold nelle grappe invecchiate aromatiche e una medaglia Silver nelle acquaviti giovani aromatiche. La stessa Distilleria Sibona ha conquistato anche il premio design 'Il vestito della grappa' con la grappa XO, la cui bottiglia ha ottenuto la migliore valutazione per etichetta e forma e ha unito la giuria in una valutazione omogenea sugli aspetti relativi a estetica, creatività, innovazione, originalità e appeal.

La selezione delle grappe e delle acquaviti in gara per le nove categorie del Premio Alambicco d’Oro si è svolta nel mese di aprile con il coinvolgimento di oltre 60 soci assaggiatori Anag in arrivo dalle diverse associazioni regionali, selezionati all'interno delle proprie delegazioni con appositi test per garantire uniformità di giudizio a prodotti ‘spiritosi’ che si portano dietro aromi e profumi diversi da territorio a territorio. Nella giornata di selezione, gli assaggiatori sono stati divisi in panel per valutare i prodotti ‘spiritosi’ in gara, giudicati secondo i parametri della scheda approvata da Anag e legata all’analisi sensoriale attraverso vista, olfatto, retrolfatto e gusto. Il premio speciale 'Il vestito della grappa', invece, è stato assegnato da una giuria composta da architetti, docenti ed esperti di marketing, con esperienza nel mondo del design, del vino e dell’alimentazione.

Ad assegnare il Premio Speciale ‘Il vestito della grappa’, invece, è stata una giuria composta da Pierstefano Berta, Giusi Mainardi e Claudia Moriondo - esperti di marketing nel mondo del vino e dell'alimentazione, docenti universitari e autori di pubblicazioni di settore - affiancati dagli architetti, Francesca Pozzi, Alessandro Garbero e Gianni Pasini, esperto anche di design e docente presso il Politecnico di Milano, e Claudio Fabbro, giornalista enogastronomico.

Un Premio fra tradizione e novità. "Il Premio Alambicco d’Oro - commenta Paola Soldi, presidente federale di Anag - si conferma un appuntamento importante per il mondo ‘spiritoso’ e un’occasione per capire trend e prospettive del settore. Ancora una volta la selezione dei prodotti in gara ha contato sulla professionalità e l'esperienza dei soci assaggiatori Anag, in arrivo da tutta Italia, che ringrazio per l’impegno che ogni giorno, insieme alle associazioni regionali e alle delegazioni provinciali, dedicano all’associazione e alla promozione del distillato di bandiera e della ‘cultura del buon bere’. Una cultura che sta crescendo, grazie anche alla presenza sul mercato di prodotti di qualità e attenti al consumatore, puntando anche sul packaging della bottiglia, oltre che sul suo contenuto. Ringrazio anche i professionisti che hanno fatto parte della giuria per il premio speciale ‘Il vestito della grappa’, al suo secondo anno”. 

Anag è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 1978, con sede presso la Camera di Commercio di Asti, attiva e presente in tutta Italia con numerose associazioni regionali e delegazioni provinciali. Attraverso corsi di formazione, manifestazioni enogastronomiche e serate di degustazione-abbinamenti, Anag promuove una “cultura del buon bere” e valorizza un prodotto interamente italiano. La Grappa, infatti, è riconosciuta dal maggio 1989 come “acquavite di vinaccia prodotta in Italia esclusivamente da vinacce nazionali”. Per conoscere da vicino Anag ed essere sempre aggiornati su attività e iniziative dedicate a grappa e distillati, è possibile consultare il sito www.anag.it oppure seguire l’associazione sulla pagina Facebook Assaggiatori grappa e acquaviti - Anag e sul profilo Twitter Assaggiatori Grappa (@AnagItalia).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Avere un figlio tossico, la rabbia delle mamme: "A cosa servono i Sert?"

  • Cronaca

    Furti di gioielli a Vicenzaoro: sgominata la "Banda dei cinque cinesi"

  • Cronaca

    Furto di 3mila euro a un artigiano: gang incastrata dal "giallo"

  • Sport

    L.R. Vicenza-Rimini F.C: i convocati

I più letti della settimana

  • 33enne si toglie la vita nel bosco di Valmarana

  • L. R. Vicenza e i dubbi sull’ok al campionato: l'udienza Romizi

  • 30enne muore nel sonno, trovato dai famigliari

  • Approvato l'obbligo di servizio militare o civile

  • A4, tamponamento tra 4 tir: due feriti gravi e traffico in tilt

  • Scandalo ball girls al Menti: l'opinione di Alberto Belloni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento