Zanè, intossicati dai bigoli con l'arna: "Sugo conservato male"

E' stato un errore nella conservazione del ragù la causa dell'intossicazione che ha mandato in ospedale 76 persone che avevano mangiato alla Sagra dei bigoli co' l'arna di Zanè, l'1 e il 2 ottobre

Risolto il caso sull'intossicazione che ha colpito decine di partecipanti alla Sagra dei bigoli co' l'arna, a Zanè, nel primo weekend di ottobre. 

"L’indagine ha accertato 76 casi di persone, su circa 10 mila porzioni consumate, che hanno lamentato sintomi - si legge in una nota diramata dall'Ulss 4, a firma del direttore generale Giorgio Robeti - L’analisi della sintomatologia, dei tempi di insorgenza e del tipo di alimento coinvolto fa ipotizzare che la causa dell’inconveniente sia legato a una conservazione non corretta di ragù che ha dato luogo alla produzione di una tossina in grado di provocare i disturbi lamentati". "L’Ulss 4 ha esaminato la tracciabilità dei fornitori, delle materie prime e il piano di autocontrollo adottato - prosegue Roberti - Evidenziando la necessità di una particolare attenzione nelle procedure di conservazione del prodotto dopo la cottura per assicurare un elevato controllo di questa fase, anche in relazione a numero di pasti serviti e dimensioni dell’evento"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento