Botte e minacce di morte alla compagna: 41enne allontanato dalla famiglia

Un gravissimo caso di violenza domestica ha portato al decreto di giudice grazie al coraggio di una vicentina che ha denunciato il compagno che in un'occasione ha anche tentato di strangolarla davanti al figlia di pochi mesi

Botte, offese, minaccie di morte e alcuni gravissimi episodi come un tentativo di strangolamento. L'incubo di una vicentina si 35 anni, madre di una figlia di appena un anno, è finito sui tavoli della questura grazie al coraggio della donna che dopo molti mesi di soprusi a trovato il coraggio di denunciare il compagno, P.S., un operaio 41enne sempre vicentino.

La coppia si era formata nel 2014 ma i due erano andati a convivere - in una casa della periferia di Vicenza - nel 2017 in concomitanza con la nascita della figlia. Dopo qualche mese il rapporto è degenerato sopratutto a causa dell'alcolismo che, secondo quanto ricostruito dalla polizia, affligge l'uomo. Iniziano le botte - calci e pugni - e le minacce di morte. La donna, nel gennaio di quest'anno, stanca degli abusi, si rivolge alla polizia e la sezione della squadra mobile inizia le indagini ricostruendo ogni singolo episodio di violenza fisica e psicologica. 

Risale all'ottobre del 2017 il tentativo dell'uomo di strangolare la compagna a mani nude mentre nell'agosto del 2018 la 35enne viene aggredita a calci e pugni e con un manico di scopa. Pochi giorni dopo, invece, il 41enne, completamente ubriaco, causa un trauma cranico alla donna, colpendola in testa con dei pugni. In un'occasione precedente a questi fatti l'uomo ha anche tentato di sfondare a calci la porta di ingresso dell'abitazione. In quel frangente era intervenuta anche una squadra delle volanti.

Nei giorni scorsi, nei confronti dell'uomo è così scattata una misura cautelare da parte del tribunale con divieto di avvicinamento alla casa famigliare. Il decreto è stato notificato sabato scorso all'uomo, nell'abitazione dei due,  dagli agenti della squadra mobile della questura di Vicenza. Gli operatori hanno accompagnato il violento fuori di casa e ora monitoreranno il suo comportamento. L'invito della questura, rivolto alle donne che si trovano in simili gravi situazioni, è quello di denunciare subito gli episodi di violenza domestica. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici in casa? Ecco come allontanarle subito

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

  • Inciampa e parte un colpo di fucile: muore cacciatore

Torna su
VicenzaToday è in caricamento