Fuga di gas dalla caldaia: coppia finisce in ospedale per il monossido

Sono finiti al San Bortolo con il sospetto di intossicazione da monossido di carbonio due coniugi che non sarebbero in pericolo di vita

Non si erano accorti che la canna fumaria della caldaia si era staccatta dalla giuntura del soffitto I fumi, invece di riversarsi all'interno sono finiti dentro l'abitazione. L'episodio è avvenuto nella tarda mattina di domenica in via Vaccari a Vicenza. Gli inquilini dell'appartamento, due coniugi sulla 70ina, hanno chiamato un parente medico perché si sentivano male.

Il medico, viste le condizioni di salute, ha chiamato il 118 e i vigili del fuoco, sospettando appunto che il malore era stato causato dal monossido di carbonio. I due anziani sono finiti al pronto soccorso dove sono stati sottoposti ad accertamenti per verificare il grado di intossicazione. I vigili del fuoco sono arrivati sul luogo per mettere in sicurezza l'appartamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Dimentica l'auto accesa al parcheggio per un’ora e va a lavorare: arrivano i carabinieri

Torna su
VicenzaToday è in caricamento