Vicenza, abbandona le bambine per andare a ubriacarsi: denunciato un clandestino

Era talmente sbronzo che stava cercando di entrare in un'auto di un altro. Fermato dalla polizia e portato in questura, il 33enne moldavo aveva lasciato a casa da sole le figlie

Era talmente ubriaco che stava cercando di aprire un'automobile pensando fosse la sua. Il proprietario, appena l'ha visto, ha pensato che l'uomo, un moldavo irregolare di 33 anni, stesse per commettere un furto e ha chiamato il 113. Accorsi sul posto, gli agenti della questura hanno portato l'ubriaco in questura e la realtà emersa era ben più drammatica.

Il fatto è successo nella notte tra mercoledì e giovedì, mezzora dopo la mezzanotte in via Morsolin, quartiere di San Pio X. Il 33enne, farfugliando tra i fumi dell'alcol, ha fatto capire agli agenti che doveva tornare a casa dalle sue figlie.

I poliziotti hanno quindi rintracciato la moglie del moldavo, che era al lavoro come cameriera in un ristorante, e hanno scoperto la verità: mentre la madre stava sgobbando  per mantenere la famiglia, il padre è uscito senza problemi a sbronzarsi, incurante di aver lasciato sole a case le due bambine di due e undici anni. 

La storia è stata confermata dall'ispezione delle pattuglie nella casa della famiglia a San Pio X. Le bambine, sole, stavano dormendo davanti alla televisione accesa. L'ubriacone è stato denunciato per abbandono di minori e sanzionato per ubriachezza molesta. Per lui c'è inoltre la possibilità dell'espulsione dal territorio nazionale, visto lo status di irregolare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento