Vicenza, le scuole vanno in tribunale: simuleranno un processo penale

"Sprigionare legalità" è il titolo dell'evento che si svolgerà il prossimo 10 marzo nel palazzo di giustizia

Venerdì 10 marzo si terrà a Vicenza la giornata della legalità. L’iniziativa, presentata lunedì in tribunale da Alberto Rizzo, presidente del tribunale , da Giorgio Corà, provveditore agli studi e Rachele Nicolin, presidente della Camera penale vicentina, ha l’obiettivo di avvicinare gli studenti al mondo della giustizia.

Al progetto "Sprigionare legalità" parteciperanno 11 scuole e 150 studenti che occuperanno 3 aule in atrio e 3 aule di udienze. Il cuore dell’attività sarà la simulazione completa di un processo penale. “Gli studenti sono il nostro investimento per il futuro – ha sottolineato Rizzo – pertanto dobbiamo impegnarci perché partecipino attivamente alla vita democratica”.

I magistrati del tribunale terranno 13 conferenze al fine di sensibilizzare i giovani cittadini su temi quali il cybercrime, i pericoli della rete, le conseguenza giuridiche sull’uso di droga e alcool e la violenza sulle donne. Gli studenti presenteranno elaborati, da loro stessi pensati e realizzati con il supporto dei docenti, quali videointerviste, mostre fotografiche, racconti, book trailers, rappresentazioni teatrali e musicali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento