Trovato arsenale: armi false ma rapine vere

Indagine lampo delle volanti beriche, dopo la violenta rapina avvenuta sabato notte a San Pio X. Il denunciato è un 26enne residente in città

Le armi sequestrate (foto Polizia di Stato)

E' stato rintracciato e denunciato dalla squadre volante berica il responsabile della violenta rapina di un'auto, avvenuta sabato notte a san Pio X. Si tratta di un 26enne residente a Vicenza che, dalle indagini, sarebbe responsabile anche di altri simili episodi. 

L'antefatto

Un 43enne di Torri di Quartesolo era appena salito sulla sua Opel Corsa, dopo aver partecipato a una veglia nella parrocchia cittadina. Dal buio è sbucato un giovane armato che lo ha minacciato ed, infine, si è impossessato dell'auto, sulla quale si è dileguato.

Le indagini

Grazie alla testimonanza della vittima, gli investigatori hanno intuito che il reponsabile potesse essere lo stesso di altri episodi avvenuti in città, quali una rapina a strada Casale e una in piazzale Bologna. Gli agenti si sono messi sulle tracce del presunto colpevole e, rintracciato ieri mattina, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare.

Le armi

A casa del 26enne i poliziotti hanno trovato alcune armi, tutte giocattolo, e molti proiettili a salve, oltre che alle chiavi dell'auto rubata sabato notte. Il giovane, che aveva già ricevuto un ammonimento, è stato quindi denunciato per rapina aggravata. Gli investigatori, comunque, non possono escludere che l'arma usata a san Pio X non fosse vera e poi fatta sparire. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento