Cittadinanza italiana a nove stranieri, Rucco: "E' benvenuto chi rispetta i principi, i diritti e i doveri della nostra Costituzione"

I nuovi cittadini italiani sono quattro uomini (un serbo, un macedone, un tunisino e un filippino) e cinque donne (una rumena, una moldava, una serba, una domenicana e una del Burkina Faso) maggiorenni, a cui si aggiungono cinque minorenni che acquisiscono di diritto la cittadinanza del genitore

“Chi viene in Italia, rispetta le nostre regole, sposa i nostri principi e le nostre tradizioni, è benvenuto. Queste persone hanno giurato sulla Costituzione Italiana: sono certo che ne rispetteranno i principi, i diritti e i doveri e auspico che possano vivere serenamente nel nostro Paese. Del resto, come ho detto loro, il nostro obiettivo è promuovere l'integrazione di chi, avendone i requisiti, ha deciso di entrare a far parte della grande famiglia italiana e vicentina”.

Questo il commento del sindaco Francesco Rucco alla cerimonia svoltasi mercoledì a Palazzo Trissino per il conferimento della cittadinanza italiana a nove persone straniere residenti in città. Da febbraio, infatti, come deciso dal consiglio comunale, tale momento non è più un mero passaggio formale, ma è diventato una cerimonia pubblica a cui, questa mattina, ha presenziato il sindaco.

Alla sua presenza i nove nuovi cittadini maggiorenni hanno prestato giuramento sulla Costituzione Italiana con questa formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato”.

I nuovi cittadini italiani sono quattro uomini (un serbo, un macedone, un tunisino e un filippino) e cinque donne (una rumena, una moldava, una serba, una domenicana e una del Burkina Faso) maggiorenni, a cui si aggiungono cinque minorenni che acquisiscono di diritto la cittadinanza del genitore. La cittadinanza italiana può essere acquisita per matrimonio o unione civile, per residenza in Italia, per beneficio di legge, per riconoscimento della cittadinanza italiana per discendenza, per riconoscimento della filiazione, per la convivenza del figlio minorenne con il genitore che ha acquisito la cittadinanza italiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 2012 al 2017 la richiesta di cittadinanza è arrivata da persone provenienti dal Bangladesh (14%), seguite da Marocco (11%), Pakistan (9%), Ghana (8%), Albania (75) e Serbia (6%). Nel 2012 le cittadinanze conferite sono state 213, nel 2013 557, nel 2014 798, nel 2015 568, nel 2016 862, nel 2017 870. Dall’1 gennaio 2018 ad oggi il Comune di Vicenza ha conferito la cittadinanza italiana a 195 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo passati a rischio elevato, lunedì inaspriremo le regole»

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Parkour in stazione: 20enne trovato morto sul tetto di un treno

  • Covid-19 alla Laserjet, monta la polemica

  • Bollo auto, chi paga e chi no: tutte le informazioni sulle esenzioni

  • Tara Gabrieletto e Cristian Gallella si sono separati, l'annuncio sui social dell'ex tronista

Torna su
VicenzaToday è in caricamento