Vicenza, maxi multa a TVA per il contratto a Titomanlio

Il conferimento dell’incarico da parte dell’impresa interessata è avvenuto senza richiedere la preventiva ed obbligatoria autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza, adempimento non osservato anche dal funzionario interessato

Tito Manlio a TVA

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Vicenza hanno recentemente concluso un’attività amministrativa finalizzata a rilevare la compatibilità di incarichi extraistituzionali svolti da un ex funzionario giudiziario in servizio presso il Tribunale di Bassano del Grappa  e, successivamente, passato in carico al Tribunale del capoluogo di provincia, Stefano Titomanlio

All’esito delle attività investigative svolte su attivazione del Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di Finanza di Roma, che a sua volta aveva ricevuto apposita delega da parte del Dipartimento della Funzione Pubblica, è emerso che il predetto ex funzionario pubblico – nel periodo 2013/2017 – ha partecipato sistematicamente (con cadenza per lo più settimanale), quale “opinionista sportivo”, a due note trasmissioni televisive locali dedicate in via prevalente al panorama calcistico berico, percependo un compenso complessivo di 28.226 euro

Le analisi documentali ed i contributi dichiarativi raccolti hanno rivelato che l’affidamento del suddetto incarico al dipendente pubblico era stato effettuato dalla società di gestione delle emittenti televisive in violazione della disciplina dedicata, prevista da specifica disposizione di legge. Infatti, il conferimento dell’incarico da parte dell’impresa interessata è avvenuto senza richiedere la preventiva ed obbligatoria autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza, adempimento non osservato anche dal funzionario interessato.

A conclusione delle operazioni, pertanto, è stato contestato al dirigente della società che gestisce le emittenti televisive, in solido con la stessa persona giuridica, il mancato rispetto della normativa di settore, comminando una sanzione amministrativa di 56.453 euro (pari al doppio degli emolumenti corrisposti). L’attività ispettiva svolta dalle Fiamme Gialle beriche si inquadra nel contesto dell’intensa e costante azione di servizio volta ad accertare l’osservanza delle vigenti disposizioni in materia di incompatibilità, lavoro a tempo parziale e cumulo d’impieghi dei dipendenti statali.

Potrebbe interessarti

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Forno a microonde: i vantaggi e rischi per la salute

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Truffa della "compagnia telefonica": entrano nel telefonino e le svuotano il conto corrente

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Muore al volante e si schianta contro la farmacia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento