Vicenza, l'ex biancorosso Yousso Lo si difende dalle accuse di spaccio: "Hanno sbagliato persona"

Il 22enne calciatore senegalese Yousso Lo è indagato per rapina e spaccio. I suoi avvocati lo difendono in tribunale, la questura avrebbe sbagliato persona. La polizia lo aveva trovato in Campo marzo con 26 grammi di droga

Il calciatore durante un allenamento a Vicenza

Ci sarebbe stato uno scambio d'identità, questa la difesa del calciatore senegalese Youssou Lo dalle accuse di spaccio e rapina. Come riportato nella versione cartacea de Il Giornale di Vicenza , il 22enne ex biancorosso, ora mandato in prestito dall'Inter in Portogallo, nega con forza il suo coinvolgimento con le attività criminali di Campo Marzo. 

Il giocatore ha sempre mantenuto un legame con la città anche dopo il suo trasferimento, a Vicenza vive, infatti, la sua ragazza. Durante le visite all'amata, però, Youssou avrebbe anche frequentato ben altre compagnie. La polizia lo aveva fermato in più occasioni negli scorsi mesi. In una di queste il calciatore era stato trovato con un cellulare rubato e 26 grammi di marijuana. I suoi avvocati hanno fatto notare come il reddito di Youssou Lo sia tale da permettergli di non dedicarsi allo spaccio. Il processo a suo carico deciderà se si è trattato di uno scambio di persona. 

Durante la sua carriera in biancorosso, Youssou Lo era stata aggredito proprio in Campo Marzo riportando una grave ferita alla gamba. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento